Colline Chianti © stevehdc

Le colline del Chianti classico, con le loro vigne, che ospitano Villa Le Barone

È sufficiente un week end per staccare la spina, dedicarsi a qualcosa che non ha nul­la a che fare con la routi­ne in ufficio e scoprire che, imparando cose nuove, si torna con una marcia in più. Sono i week end intelligenti: per cambiar vita e imma­ginarsi alpinista, poeta o cuoco. Solo per 48 ore. A che scopo? Per divertimento in­nanzitutto, e poi perché più cose s’impa­rano e meglio si vive. «Tutto è utile per creare uno stacco dalla realtà professio­nale», spiega Laura Quintarelli, Past Pre­sident Icf Italia e partner Fedro, «e sce­gliere in base alle nostre passioni ci mette al centro, almeno nell’esperienza come persona e non come professionista. Non conta quale corso si sceglie, l’importan­te è utilizzare lo stacco come esperienza rigenerativa, misurandosi in contesti to­talmente differenti, con persone che non hanno nessuna relazione con l’azien­da e dove le competenze personali sono messe in gioco più che quelle professio­nali, in modo di apprendere anche qual­cosa su se stessi». Dalla cucina all’ar­te, dalla cultura allo sport, «le esperien­ze sono il modo migliore di fare forma­zione», aggiunge Ilaria Colleoni, partner di Gap Management. «E la spiegazione è semplice: la teoria non genera risultati, la pratica sì. Per questo essere un buon ma­nager significa anche ricercare esperien­ze ed essere in grado di trasformare quel­lo che queste suscitano in comportamen­ti nuovi. E per farlo massimizzando i ri­sultati serve la guida di un buon trainer. Che non solo conosca la strada, ma l’ab­bia percorsa... tutta». Questo fa la diffe­renza: poche parole, tanta pratica, mol­ti risultati. Convinti? Ecco le proposte più interessanti.

IN CUCINA
Piatti tradizionali o cucina sperimenta­le, basta avere un buon maestro e in due giorni si diventa (quasi) chef. Sono dedi­cati alla migliore tradizione classica i fine settimana organizzati da Toni Sarcina, presidente della Commanderie des Cor­dons Bleus, una delle più esclusive asso­ciazioni internazionali di gourmet, nel­l’incantevole campagna toscana (800 euro per scuola e alloggio in Abbadia a Rofeno), mentre per scopri­re i piatti della tradizione altoatesina e ladina, abbinati ai sapori Mediterranei, il maestro è Rino de Candido, chef del­la cucina del Belvita Hotel My Excelsior (doppia a partire da 200 euro, myexcelsior.com).
Per i buongustai, le cuoche toscane di Villa Le Barone (tre notti in suite a 900 euro, villalebarone.com) insegnano a preparare un intero pasto, dalla bruschet­ta come antipasto alla pasta con la deli­ziosa salsa Le Barone fino al Peposo per finire col tiramisù. Come abbinare erbet­te e piante commestibili a piadina e San­giovese è invece l’obiettivo delle lezioni che si tengono alla pensione Al Caccia­tore, a Milano Marittima (due notti pen­sione completa a 120 euro, pensioneal­cacciatore.it).
Esperienza da veri gourmand quella in Costiera Amalfitana con Mamma Agata: si comincia raccogliendo le verdure dal­l’orto, poi in cucina per imparare i segre­ti del limoncello, che Mamma Agata ha insegnato a molte star del cinema (coo­king class 230 euro, mammaagata.it). Se invece desiderate imparare a fare con le vostre mani una pasta choux, la cre­ma chantilly e caramello per il profitte­rol, bonet al cioccolato o il ciambellone, il corso più indicato è quello di Cuoche per Caso a Roma, tutti i week end a 65 euro (cuochepercaso.it).

RELAX&ADRENALINA
Volete mettervi alla prova, sperimentare nuove attività o riprendere quella vecchia passione sportiva dimenticata da tempo? Dal tennis al golf, dalla meditazione agli sport estremi, la primavera è il momen­to migliore. Al resort Vigilius, un cinque stelle in Alto Adige, potete sperimentare le tecniche ideali e la giusta soglia d’alle­namento con l’aiuto di un personal trai­ner (tre ore a 170 euro) e poi continuare da soli tra palestra, mountain bike, nordic walking, tiro con l’arco e le famose tec­niche yoga dei Cinque Tibetani (doppia a 300 euro, vigilius.it).
Fra i fiumi di montagna, uno dei più frequentati dagli appassionati di pesca a mosca è il Passirio, che at­traversa Merano. Profondi laghetti e pozze, tratti con molta corrente e altri dove le acque rallentano: sono le condi­zioni ideali per la pesca alla trota. Corso di due giorni per principianti o di per­fezionamento o guida individuale gior­naliera a 250 euro. Si pernotta al Quel­lenhof (tre giorni mezza pensione 450 euro, quellenhof.it).
Due invece gli appuntamenti per i tenni­sti. A Perugia dal 23 al 25 maggio, Go­tennis organizza uno stage di tre gior­ni adatto a principianti e professionisti: si alloggia in camera doppia a 270 euro al Relais San Clemente, antica dimora no­biliare immersa nella campagna umbra, con due piscine, due campi da tennis in terra rossa, due da calcetto in erba na­turale e uno per il volley. Siete occupa­ti quel weekend? Niente problemi: c’è un’altro stage a Milano Marittima dal 30 maggio al 2 giugno presso il Globus ho­tel, un quattro stelle superior con area fitness e benessere (doppia più corso di tennis base 460 euro, intensivo a 580, per entrambi gotennis.it).
Di gran moda da qualche anno, prima fra gli impiegati della Silicon Valley e ora anche da noi, il kitesurf è uno sport im­pegnativo che mette in gioco tutte le vo­stre risorse mentali e fisiche. Potete pro­vare una delle location più ventose d’Eu­ropa, sullo stretto di Messina, con ac­que piatte per gli amanti del freestyle e onde lunghe per chi preferisce la tecni­ca wave (tre ore di lezione a 70 euro, si­cilying.com).
Relax, grande concentrazione e immen­si spazi aperti: sono queste le caratteri­stiche che fanno del golf uno sport adat­to a chi vuole staccare la spina e ritro­vare fiducia in se stesso. Abbiamo scel­to tre fra i molti campi, partendo dal Golf Club Patriziale di Ascona (golfascona.ch) dove anche il paesaggio gioca un ruolo da protagonista: le 18 buche par 71 si di­panano su un terreno pianeggiante con molti alberi, tra lago e montagne. Si al­loggia all’Eden Roc Hotel (edenroc.ch) sul Lago Maggiore: un pacchetto “golf break” di tre notti, colazione e cena, due green fees e trasferimenti al golf costa 813 euro a persona. All’Argentario Golf Club Resort, in Toscana, il 18 buche par 71 si snoda con un tracciato molto vario e panorami incantevoli, sul promonto­rio di fronte alle isole di Giannutri e del Giglio, tra sughere, ulivi centenari e la­ghetti (doppia superior da 260 euro, sui­te da 420, argentariogolfresortspa.it). In­fine il San Domenico Golf e Masseria San Domenico, cinque stelle lusso in Pu­glia, una vecchia torre d’avvistamen­to del ‘400 trasformata in albergo, che conserva le caratteristiche della masse­ria fortificata, e un campo da golf al con­fine con l’antica città micenea di Egna­zia: 18 buche par 72 che si estende tra il mare Adriatico e gli uliveti, con bunker posizionati strategicamente, dove il ven­to gioca un ruolo importante. Un campo impegnativo, ma molto stimolante (dop­pia da 330 euro compresa la Spa, masse­riasandomenico.com).
Se invece volete scoprire perché chi me­dita lavora meglio, provate a darvi allo yoga nel borgo di Pomaia, in provincia di Pisa, sulle colline di oliveti che si af­facciano sul mare, con una visita all’Isti­tuto Lama Tzong Khapa, il più impor­tante centro studi di buddhismo tibeta­no in occidente (tutte le info su associa­zionebloom.it). Per ritrovare la gioia e la quiete interiore, inoltre, il Centro di ri­cerca Ky propone a Cesena un campo di meditazione con le tecniche attive di Osho: full immersion sabato 24 maggio (60 euro, centrodiricercaky.it, b&b Al Re, doppia da 70 euro, alrebb.com).

MISSIONE CULTURA
Fine settimana intelligente? Musei. Intel­ligente e creativo? Un corso di fotografia, pittura su tablet, ricamo oppure tecniche del fumetto. Perché spesso relax fa rima con hobby. Da rispolverare o riscopri­re, anche solo per tre giorni. Si parte con un poker di corsi d’arte in Trentino: di­segnare con il tablet, due giorni intensi­vi fra teoria e pratica, il linguaggio del fu­metto, con insegnanti professionisti del­lo Studio d’Arte Andromeda, o laboratori di acquerello e acrilico e, infine, corso di fotografia. Ogni singolo stage a 21 euro più soggiorno in hotel (una notte 50 euro a persona, h-belsoggiorno.com).
Restauro, giardinaggio, arti creative, ri­camo e olio su tela sono le proposte del­la Locanda Incantata, elegante struttu­ra in un caratteristico borgo medievale, Scurcola Marsicana (L’Aquila), a 750 me­tri sul livello del mare, un autentico bel­vedere su tutta la Marsica (corsi da 40 a 60 euro, una notte cena compresa da 66 euro, locandaincantata.com).
In Sardegna, nello splendido boutique hotel Su Gologone (ci vengono anche Madonna e Richard Gere) la collezioni­sta d’arte Giovanna Palimodde tre anni fa ha inaugurato le botteghe e i percorsi d’arte: l’albergo è diventato un museo (ci sono collezioni dal 1700 al 1920) e voi potete cimentarvi in corsi creativi e dare sfogo alla vostra creatività (sugologone.it, doppia da 150 euro). Infine una espe­rienza non convenzionale: nella provin­cia Piacentina sette imprenditrici orga­nizzano itinerari culturali e creativi rivolti a un pubblico di nicchia, tra arti, colori, mestieri e sapori, con laboratori artigia­nali, corsi itineranti, laboratori di anima­zione, passeggiate a contatto con la na­tura e, perché no, specialità enogastrono­miche della zona (pinkroute.it).