Kiko Milano, L Catterton acquisisce la maggioranza del brand di cosmetica

I rumor si sono concretizzati: il leader mondiale nel settore consumer rileva il marchio fondato dalla famiglia Percassi

kikoShuttershock

Stando a quanto annunciato nella mattinata di oggi venerdì 26 aprile 2024, è cambiata la maggioranza di Kiko Milano (abbreviato in Kiko): il marchio italiano leader nel settore beauty è stato acquisito da L Catteron.

Si sono così concretizzate le voci emerse a metà febbraio 2024. Il leader mondiale nel settore consumer ha infatti rilevato le quote di maggioranza dell’azienda fondata dalla famiglia Percassi, che a quanto si apprende resterà nel gruppo con una partecipazione significativa. Non sono stati per ora resi noti i termini e i costi dell’operazione.

Kiko è stata fondata a Bergamo nel 1997 dalla famiglia Percassi ed è diventato uno dei grandi marchi indipendenti in Italia e nel mondo. Leader nel make-up, la rete di vendita al dettaglio conta oggi oltre 1.110 negozi in 66 mercati e una piattaforma di e-commerce grazie alla quale ha fidelizzato la propria clientela. L’azienda ha chiuso il 2023 con ricavi per circa 800 milioni di euro, +20% rispetto all’esercizio precedente.

Antonio Percassi, che manterrà la carica di presidente della società, ha dichiarato: “Abbiamo fondato, alla fine degli anni ’90, un brand che è diventato un marchio internazionale, amato da tutte le generazioni di consumatori e cresciuto in modo esponenziale. Ci siamo aperti a una partnership con un investitore di rilevanza internazionale come L Catterton, che riteniamo potrà contribuire ad accelerare la crescita di Kiko a livello globale, mettendo a disposizione una vasta esperienza ed un ampio network nel settore della cosmetica”.

“La qualità di prodotti innovativi, l’accessibilità, la consulenza personalizzata e un accattivante design del packaging costituiscono gli elementi distintivi del brand. Sono fiducioso che questa partnership con L Catterton ci possa aiutare a portare Kiko verso nuovi e ancora più ambiziosi traguardi”, è invece il parere di Simone Dominici, a.d. di Kiko. “Con la loro profonda conoscenza del settore beauty a livello internazionale – ha aggiunto – saranno in grado di offrire un prezioso contributo per espandere ulteriormente il nostro marchio, attraverso strategie di omnicanalità e l’apertura di nuove ed importanti geografie, come gli USA, grazie anche al supporto di John Demsey“.

Nik Thukral, Managing Partner del Flagship Buyout Fund di L Catterton, ha invece commentato così la notizia: “Ammiriamo da tempo Kiko per il suo stile distintivo, i suoi prodotti di qualità e l’attrattività del brand su scala internazionale e siamo profondamente onorati di collaborare con Antonio e la Famiglia Percassi per rafforzare ulteriormente il posizionamento globale di questo marchio iconico, insieme a John Demsey, grande esperto del settore e senior advisor di L Catterton”.

Tod’s, questa volta il delisting ci sarà. Intesa con L Catterton

© Riproduzione riservata