Bnl Bnp Paribas Italia, intesa coi sindacati: 908 uscite, 776 assunzioni

Il gruppo guidato da Elena Goitini sarà la prima banca ad applicare le nuove regole della staffetta generazionale previste dall’ultimo contratto collettivo nazionale dei bancari

Bnl-Bnp-Paribas ItaliaL'headquarter di Bnl Bnp Paribas di Roma a TiburtinaShutterstock

È stato siglato da poche ore un importante accordo tra Bnl Bnp Paribas e le organizzazioni sindacali in Italia per accompagnare le persone, prossime prossime alla pensione o pensionabili, nella scelta di lasciare la Banca, favorendo allo stesso tempo un consistente numero di ingressi e avviando un ricambio generazionale.

Secondo quanto riferito dalla banca, primo istituto di credito ad applicare le nuove regole della staffetta generazionale previste dall’ultimo contratto collettivo nazionale dei bancari, nel prossimo biennio 2024-25 sono previste circa 1000 uscite volontarie (secondo i calcoli dei sindacati, saranno 908) a fronte delle quali ci potranno essere oltre 750 assunzioni di giovani (776 ingressi). “Sono particolarmente soddisfatta di questo piano a impatto sociale, perché punta sull’occupazione dei giovani aperti a cambiamenti, evoluzioni e nuove competenze, dando loro la possibilità di entrare nel mondo del lavoro e in una delle maggiori banche del Paese”, ha commentato Elena Goitini, amministratore delegato di Bnl e responsabile del Gruppo Bnp Paribas in Italia. “Al contempo, risponde alla volontà di chi, dopo anni di carriera, abbia voglia di vivere ‘il terzo tempo’ della propria vita. Abbiamo definito questo accordo trovando un punto di equilibrio sostenibile, con una visione di medio-lungo periodo e un’attenzione alle nuove generazioni”.

Elena Goitini: ecco come la manager sta cambiando Bnl

Le persone già pensionabili, o più prossime alla maturazione dei requisiti, potranno richiedere su base volontaria di lasciare la Banca, accompagnati sia attraverso un incentivo sia con il ricorso alle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà per il sostegno del reddito, dell’occupazione e della riqualificazione professionale del personale del credito. In particolare, a fronte di quei profili cosiddetti client facing – che si interfacciano con i clienti e che decidano per il pensionamento – sarà garantita una quota di nuove assunzioni equivalente al numero di uscite. Bnl Bnp Paribas investirà sui neoassunti con specifici programmi di formazione finalizzati a preparare le persone su competenze in linea con un mercato sempre più innovativo.

© Riproduzione riservata