Il mercato del lavoro rallenta: occupati in calo nel terzo trimestre

Rispetto alla rilevazione precedente, si registra una perdita di 52mila persone impiegate, specie fra gli indipendenti

Altra cattiva notizia per l’Italia. Dopo il rallentamento del Pil, nel terzo trimestre del 2018 si registra una diminuzione, seppur lieve, anche dell’occupazione. A dirlo la rilevazione trimestrale di tutti i maggiori osservatori nazionali: Istat, Inps, Inail e ministero del Lavoro. Rispetto al secondo trimestre, il numero degli occupati fa registrare un calo dello 0,2%, equivalente a una perdita di 52mila persone impiegate. In particolare, sono diminuiti gli indipendenti (-0,5%). “Le dinamiche del mercato del lavoro risultano allineate a quelle del Pil (Prodotto Interno Lordo), anche esse contraddistinte da un lieve calo congiunturale (-0,1% dopo quattordici trimestri di espansione) e da un aumento su base annua (+0,7%) rallentato in confronto al periodo precedente” si legge nella nota dell’Istat. Tuttavia, alla riduzione degli occupati si associa anche la riduzione dei disoccupati, tanto che il tasso di disoccupazione (10,2%) raggiunge il valore più basso dal primo trimestre 2012.

© Riproduzione riservata