Lavoro: il coronavirus provocherà 25 milioni di disoccupati

Sulla base di uno studio realizzato dall'organizzazione mondiale del lavoro, questa emergenza sanitaria avrà un effetto peggiore della crisi economica del 2008

Una perdita di 25 milioni di posti di lavoro nel mondo. È quanto calcola l’Organizzazione del lavoro, una rappresentanza di governi, sindacati e organizzazioni degli industriali in 187 Paesi nel mondo, che ha diffuso uno studio sugli effetti della pandemia da coronavirus Covid-19 sull’occupazione. In base all’indagine, l’attuale emergenza sanitaria provocherà più disoccupati della crisi economica del 2008, che tolse il lavoro a 22 milioni di persone.

Secondo lo studio, la perdita di guadagni causata da un’importante diminuzione di consumi e servizi sfiorerà i 3.100 miliardi di euro. I settori più toccati dalla crisi saranno il turismo, ma anche l’industria dei trasporti e dell’automobile.

© Riproduzione riservata