Connettiti con noi

Business

Whirlpool si fonde con Arçelik: nasce Beko Europe

L’azienda di elettrodomestici statunitense ha creato insieme al colosso turco una nuova realtà che sarà attiva in Europa

whirpool arcelik beko europe Credits: whirpool arcelik beko europe

Si avvia verso la conferma definitiva la fusione tra le attività europee dell’americana Whirlpool, azienda multinazionale produttrice di elettrodomestici con sede a Benton Harbor (Michigan), e la turca Arçelik. Stando a quanto riportato in queste ore, l’Antitrust del Regno Unito ha dato il suo benestare alla joint venture.

Il nuovo gruppo si chiamerà Beko Europe e sarà principalmente nelle mani dell’azienda turca produttrice di elettrodomestici controllata dalla Koç Holding, che deterrà il 75% della nuova società. Il restante 25%, invece, resterà a Whirlpool.

La multinazionale americana, si riporta in un articolo del Corriere della Sera, ha commentato la notizia sostenendo che la transizione “avrà un impatto positivo sulla concorrenza e che l’entità combinata sarà in una buona posizione per offrire valore ai consumatori attraverso marchi attraenti, produzione sostenibile, innovazione del prodotto e servizi ai consumatori”. Il volume d’affari stimato è pari a 6 miliardi di euro.

Il futuro di Whirlpool in Italia

Per la definitiva nascita di Beko Europe bisognerà aspettare i primi di aprile, quando inizierà effettivamente a operare. La vicenda coinvolge anche l’Italia, dove sono attivi gli stabilimenti di Siena, Comunanza, Melano, Cassinetta e Carinaro. In tutto, oltre 5.000 dipendenti. Arcelik conferirà alla nuova società due stabilimenti romeni, mentre Whirpool trasferirà il business europei dei grandi elettrodomestici con i suoi sette stabilimenti e oltre 14 mila dipendenti.

Per l’Antitrust britannica, la fusione tra le due grandi realtà non solleva problemi significativi per la concorrenza e si è unita così al via libera della Commissione europea risalente allo scorso ottobre 2023. Solo nel 2022 si parlava di un possibile addio all’Europa da parte del colosso americano, ora smentito dalla nuova joint venture.