Stipendi, i neolaureati tedeschi guadagnano il 71% in più degli italiani

Vi siete laureati da poco e siete in cerca di un impiego? Allora prendete in considerazione l’idea di trasferirvi in Svizzera, Germania o Francia. Si tratta, infatti, dei Paesi europei che offrono gli stipendi migliori agli studenti freschi di laurea. Basti pensare che, in media, i neolaureati tedeschi guadagnano il 71% in più di quelli italiani. L’Italia, del resto, è solo 14esima su 31 Stati considerati. È quanto emerge dall’ultimo Starting Salaries Report di Willis Towers Watson - società leader a livello globale nella consulenza, nel brokeraggio e nell’offerta di soluzioni alle imprese e alle istituzioni- che ha analizzato le retribuzioni offerte ai neolaureati in 31 Paesi di tutto il mondo. Nel dettaglio, nella nostra Penisola la busta paga di un laureato al primo impiego si aggira sui 28.827 euro annuali, contro i 36.809 euro dei coetanei francesi, i 49.341 euro di quello tedeschi, e i 73.370 euro dei neolaureati svizzeri, i più pagati d’Europa. Se si guarda solo l’aspetto economico, probabilmente, in Italia conviene fermarsi al diploma: i laureati guadagnano solo il 12% in più dei neodiplomati (in Germania questa percentuale sale al 32%) e chi ha conseguito un dottorato solo il 13% in più di chi è arrivato alla laurea (in Francia la percentuale è del 43%).