Connettiti con noi

Media

Nielsen: un 2023 positivo per la pubblicità in Italia

A luglio la raccolta adv cresce dello 0,6%, con i primi sette mesi che segnano un +1,8% sul 2022. Il secondo semestre, però, registrerà una crescita più contenuta

mercato pubblicitario in Italia Credits: Ralf Hahn/iStockPhoto

Investimenti pubblicitari in aumento in Italia. In base ai dato comunicati da Nielsen, lo scorso luglio la spesa pubblicitaria delle aziende è cresciuta dello 0,6% rispetto allo stesso mese del 2022, mentre il cumulato dei primis ette mesi dell’anno ha segnato un +1,8% sull’anno precedente.

“La previsione Nielsen di chiusura anno rimane positiva, ci aspettiamo tuttavia una crescita più contenuta nel secondo semestre visto l’emergere di alcuni punti d’attenzione”, ha dichiarato il Country Leader Italia di Nielsen, Luca Bordin. “Gli elementi da considerare sono infatti la mancanza dei grandi eventi sportivi e il possibile rallentamento delle recenti previsioni economiche dovute all’aumento dei tassi di interesse e l’inasprimento delle condizioni di credito che potrebbero peggiorare le previsioni sull’andamento della domanda interna, oltre alle incertezze legate agli sviluppi della crisi Ucraina”.

L’andamento pubblicitario in Italia

Guardando ai media, la televisione registra un calo dell’1,1% a luglio e un +0,3% nei primi sette mesi. La carta stampata vede i quotidiani calare del 10,8% sul mese e del 4,4% sui sette mesi, mentre i periodici registrano una contrazione del 17,2% mensile e del 2,3% su gennaio-luglio. Crescita migliore della media annua per la radio (+6,8% a luglio con un +6% dei primi sette mesi).

Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del Web advertising nei primi sette mesi 2023 chiude con un +3,4% (+5,1% se si considera il solo perimetro Fcp AssoInternet).