Majestas (Billionaire, Twiga e Crazy Pizza) punta i 100 milioni di ricavi

Il gruppo della ristorazione, controllato da Flavio Briatore e dalla Primavera Investments dell’imprenditore Francesco Costa chiude il 2022 con circa 80 milioni di ricavi e continua lo sviluppo a livello internazionale

Flavio-Briatore-Crazy-Pizza-MajestasFlavio Briatore in posa in un locale Crazy Pizza, brand del gruppo Majestas

Ricavi complessivi a quota 100 milioni di euro. È l’obiettivo del Gruppo Majestas, società attiva nel settore della ristorazione e intrattenimento di lusso che, dopo i quasi 80 milioni di euro registrati nel 2022, guarda con fiducia ai prossimi mesi.

I numeri del gruppo Majestas

A oggi la società è proprietaria dei marchi Billionaire, Twiga e Crazy Pizza, oltre che licenziataria – attraverso Cipriani Monte Carlo, Cova Monte Carlo e Cova Doha – dei brand Cipriani e Cova, ed è posseduta dagli imprenditori Flavio Briatore (50%) e Francesco Costa tramite la società di investimenti Primavera Investments (50%). Circa 1.100 i dipendenti, che operano nei 20 ristoranti presenti in sei Paesi tra Europa, Regno Unito e Medio Oriente.

Inoltre, a partire da quest’estate, il brand Billionaire sarà presente anche nel Principato di Monaco, nella Salle des Etoiles dello Sporting grazie a un partenariato con la monegasca Société des Bains de Mer.

La crescita di Crazy Pizza

Per il brand Crazy Pizza, il 2022 è stato un anno di espansione, sia per l’apertura di nuovi ristoranti direttamente controllati e gestiti, sia per l’avvio delle prime licenze del brand e le ulteriori attività di investimento e preparazione per l’espansione commerciale dei prossimi mesi. In particolare, nel primo trimestre 2022 sono state aperte Crazy Pizza Roma e Crazy Pizza Milano, le quali hanno inaugurato un nuovo capitolo per lo sviluppo del marchio anche in Italia.

Nel secondo trimestre 2022, sono state realizzate le aperture di due ristoranti in licenza in Arabia Saudita e nel quarto trimestre è stata avviata una nuova licenza in Qatar, nella città di Doha, e più recentemente in Kuwait (Kuwait City). Queste ultime hanno posto le basi per l’accelerazione del piano di espansione del brand in Europa e in Medio Oriente che prevede quattro nuovi ristoranti in fase di apertura entro la fine dell’anno, oltre ad altri in fase di studio e pianificazione.

“Siamo riusciti a valorizzare e affermare un modello di ospitalità ad alto tasso esperienziale, frutto di studio, analisi del mercato e intuizione”, ha commentato Flavio Briatore. “Ora vogliamo proseguire con questo sviluppo in una fase particolarmente felice per il settore, valutando nuove operazioni di partnership internazionali. La nostra forza risiede nella dedizione di tutti i nostri collaboratori, che non posso che ringraziare.”

Secondo Francesco Costa, nei prossimi anni l’espansione di Majestas diventerà globale. “Negli ultimi anni abbiamo assistito a un cambiamento di trend nel settore luxury. In passato per i consumatori era fondamentale possedere un bene di lusso, oggi invece, l’importante è l’experience, e Majestas è l’espressione dell’eccellenza e di un’offerta assolutamente esclusiva”.

© Riproduzione riservata