I tablet eroderanno le vendite dei PC

Secondo la ricerca Gartner il “travaso” arriverà al 10% prima del 2014. Già entro l’anno, invece, le tavolette vendute toccheranno quota 20 milioni

L’esplosione del mercato dei tablet mette a rischio, o almeno ridimensiona, il mondo dei PC. Le tavolette certo non sostituiranno i personal computer, sicuramente non nel breve, però sono destinate a erodere quote di mercato dei computer. Questo è quanto sostiene Gartner. L’istituto di ricerca, infatti, ha recentemente rivisto al ribasso le sue previsioni sul mercato PC per il 2011. Se a fine settembre, infatti, l’istituto prevedeva che il prossimo anno le vendite sarebbero incrementate del 18,1%, la nuova previsione, appena divulgata, si ferma a quota 409 milioni di unità e quindi in crescita “solo” del 15,9%. Questa revisione – spiega Gartner – è dovuta “all’impatto dei tablet media che canalizzeranno in maniera più o meno permanente la preferenza dei consumatori. La nostra stima è che circa il 10% delle vendite di PC a volume si muoverà entro il 2014 su questo segmento. Non va sottovalutato che anche le prestazioni da PC delle nuove generazioni di smartphone rallentano i processi di ricambio dei classici lap top”. Gartner ha indicato che saranno circa 20 milioni le unità di media tablet entro fine 2010 e diventeranno 40 milioni nel 2011.

© Riproduzione riservata