Connettiti con noi

Business

Stipendi calciatori, la Consob richiama Juventus, Lazio e Roma

La Commissione raccomanda alle società quotate in Borsa una maggior chiarezza sui compensi a intermediari e calciatori. Richiamo anche sulle notizie di calciomercato

Spesso gli stipendi dei calciatori vanno vicino, e in molti casi superano, le rimunerazioni di un top manager. Salari pesanti che possono influire su un bilancio di una società. Per questo motivo la Consob richiama formalmente le società di calcio quotate in Borsa (attualmente Juventus, Lazio e Roma) chiedendo una maggior trasparenza sugli stipendi di giocatori e intermediari.La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa chiede dunque più informazioni in merito al trattamento contabile dei compensi variabili dei calciatori, “tenuto conto sia della rilevanza che tali compensi possono assumere, sia del maggiore ricorso a tali previsioni contrattuali riscontrato nell’attuale prassi operativa”. La raccomandazione non introduce obblighi normativi ulteriori rispetto all’attuale disciplina, ma richiama l’attenzione delle società di calcio quotate “ad una puntuale applicazione dei principi contabili internazionali Ias/Ifrs nella redazione dei bilanci”. Infine la Consob, lo aveva già detto a dicembre, chiede “la massima prudenza nel rilasciare dichiarazioni in relazione alle trattative di calciomercato”.