I treni Ntv potrebbero diventare al 100% a stelle e strisce

Anziché andare in Borsa, i treni ad alta velocità Italo potrebbero “trasferirsi” negli Usa. Almeno sotto il profilo della proprietà. Il fondo Global Infrastructure Partners vorrebbe infatti acquistare in toto la società

Non c’è pace per Flavio Cattaneo, amministratore delegato di Ntv. Dopo essersene andato da una Tim iperfrancesizzata, a pochi mesi di distanza si potrebbe ritrovare in una Ntv a stelle e strisce. Già, perché il progetto – già in fase avanzata – della quotazione in Borsa dopo l’ok della Consob, deve fare i conti con l’offerta da parte del fondo statunitense Global Investment Partners di acquisire il 100% delle quote della Nuovo Trasporto Viaggiatori, che gestisce i treni ad alta velocità di Italo. L’offerta si aggirerebbe intorno ai 2 miliardi di euro, e includerebbe anche la copertura del debito attualmente vicino ai 400 milioni di euro.Adesso la palla passa ai soci (tra cui c’è anche l’a.d. Flavio Cattaneo), che dovranno accettare o meno l’offerta alla luce della rilevanza rispetto alla rivalutazione della società con l’eventuale quotazione. Il tutto comunque andrà deciso entro domani. Oltre a Cattaneo (che i più danno come renitente all’offerta), si ritroveranno intorno al tavolo del consiglio di amministrazione indetto per oggi, anche Intesa Sanpaolo, Generali, il fondo Peninsula, Luca di Montezemolo, Gianni Punzo e Alberto Bombassei.

© Riproduzione riservata