Connettiti con noi

Business

Ai cinesi di Fosun il 35% di Caruso

Per il gruppo di investimento asiatico l’ingresso nel mercato europeo del lusso passa dalla moda made in Italy

Nuovo investimento cinese nel mercato del lusso europeo, italiano in particolare. Fosun International Ltd., gruppo d’investimento cinese dal 2007 quotato alla Borsa di Hong Kong, ha annunciato l’acquisto del 35% delle azioni di Caruso, l’azienda italiana di abbigliamento maschile di alta gamma. L’operazione, della quale nonè stato svelato il valore, è stata effettuata tramite un aumento di capitale dell’azienda italiana, già da tempo abituata a colloquiare con il mercato cinese. Risale infatti a poco più di un anno fa il debutto di Sheji/Sorgere, il marchio di abbigliamento maschile di proprietà della controllata statale China Garments ma fabbricato in Italia nei laboratori della Raffaele Caruso spa.

«Fosun userà i vantaggi competitivi di cui gode in patria per facilitare l’espansione del marchio Caruso e permettere ai consumatori locali di godere di questo gioiello del made in Italy» ha dichiarato Guo Guanchang, chairman e fondatore del gruppo Fosun. L’obiettivo dell’accordo è infatti, così come recita la nota stampa, «posizionare Caruso come uno dei players principali del mercato del nuovo lusso».

Con sede a Soragna, Caruso è una società non quotata fondata nel 1958 che impiega oltre 600 persone. Nel 2012 ha totalizzato vendite per 64,4 milioni di euro.