Connettiti con noi

Business

EssilorLuxottica acquista Washin e si espande in Giappone

Il retailer ottico giapponese conta oltre 70 negozi nel Paese e ricavi per 50 milioni di euro

essilorluxottica washin Credits: Shuttershock

EssilorLuxottica si espande: la multinazionale italo-francese verticalmente integrata rende noto di aver completato l’acquisizione del gruppo Washin Optical Co., Ltd., retailer ottico giapponese che consente così al colosso degli occhiali da vista e da sole di espandersi in Estremo Oriente.

A portare avanti l’acquisizione, si apprende, è stata proprio Luxottica Japan, parte di EssilorLuxottica. Il gruppo Washin, fondato nel 1951 da Toru Negishi, conta circa 70 negozi diretti nel Paese (con una forte presenza soprattutto nella regione di Kanto e a Tokyo nei quartieri di Ginza e Shinjuku e un ricavo annuale pari a circa 50 milioni di euro e 700 dipendenti impiegati.

L’accordo, si precisa in una nota di EssilorLuxoticca, rappresenta un passo importante a sostegno della crescita del mercato dell’ottica in Giappone, dell’apprezzamento tra i suoi consumatori di prodotti e occhiali di qualità, e degli standard di servizio al cliente. Inoltre, viene confermato così inoltre l’impegno di EssilorLuxottica a sviluppare le sue attività retail nel Paese, dove già opera con circa 70 punti vendita che comprendono i marchi Ray-Ban, Oakley e Oliver Peoples. L’acquisizione di Washin da parte di EssilorLuxottica apre la strada a ulteriori investimenti in Giappone e permetterà al colosso di comprendere meglio le dinamiche del retail ottico nel paese e le sue prospettive future, oltre a rappresentare una leva strategica per accrescere l’attività retail nel Paese.

Si tratta della seconda acquisizione recente di questi anni nel Paese nipponico: la realtà ha già investito nella produzione made in Japan attraverso Fukui Megane, un’eccellenza manifatturiera all’interno dello storico distretto dell’occhialeria di Fukui. EssilorLuxottica ha mosso i suoi primi passi in Giappone alla fine degli anni ’80, quando le due realtà allora distinte hanno aperto le loro rispettive filiali. Al 2000 risale l’avvio della joint venture con Nikon Corporation e la creazione di Nikon-Essilor, società con sede a Tokyo che serve con le sue tecnologie di lenti clienti locali e globali.

Leggi anche: EssilorLuxottica: nuovo record per le azioni. In Borsa vale 90 miliardi

L’annuncio dell’acquisizione di Washin è stata commentata così dal presidente e a.d. Francesco Milleri: “Il Giappone è per noi un paese dal grande potenziale di crescita ed espansione, e per questo strategico. Washin, con cui condividiamo i valori e l’amore per la bellezza e la qualità, integra perfettamente il nostro attuale network retail nel sole e si coniuga con il nostro modello di business a rete aperta e omnicanale. L’investimento rappresenta un altro segno tangibile del nostro impegno a lungo termine per valorizzare la cultura giapponese nel mercato globale. Nel continuare a far conoscere il meglio del made in Japan in tutto il mondo, continueremo a sviluppare e proporre soluzioni innovative ai nostri clienti ottici e partner, che rimangono sempre al centro delle nostre strategie”.