Connettiti con noi

Business

«95»: non è tombola, ma i giorni che servono per farsi pagare una fattura

Pagamento fatture, l’Italia resta la peggiore in Europa: servono oltre tre mesi per essere pagati

Pagamento fatture, l’Italia resta la peggiore in Europa. La Pubblica amministrazione tricolore resta il fanalino di coda dell’Ue, insieme al Portogallo. Se in Francia una fattura mediamente viene pagata in 57 giorni e in Spagna in 78, in Italia bisogna attenderne 95. Assolutamente umiliante il confronto con Germania (23 giorni), Regno Unito (22) e Finlandia (22). Peggio di noi fa solo la Grecia, dopo le note vicissitudini degli ultimi anni. che però in questi anni ha avuto bisogno di due salvataggi finanziari e ha subito una crisi economica pesantissima.

Pagamento fatture, l’Italia resta la peggiore in Europa

La lentezza della Pa nel pagamento delle fatture è stata sanzionata già a giugno 2014 da una lettera della Commissione Ue che nei giorni scorsi ha deferito l’Italia per infrazione. Pur «riconoscendo gli sforzi fatti dal governo italiano», ha scritto, «più di tre anni dopo il lancio della procedura di infrazione, le autorità pubbliche italiane ancora impiegano mediamente circa 100 giorni per liquidare le proprie fatture, con picchi anche considerevolmente più alti». Dal 2014, infatti, le cose sono migliorate: all’epoca della missiva, l’Italia pagava beni e servizi a 170 giorni, addirittura 210 per i lavori pubblici. I tempi si sono quasi dimezzati grazie alla riforma della Pa, ma non basta perché lo standard europeo richiede 30 giorni di pagamento per gli enti pubblici (anche se la media Ue è 43). Così nei giorni scorsi la Commissione ha rotto gli indugi e ha deferito l’Italia alla Corte di giustizia europea.

Dura la replica del ministero del Tesoro che critica il deferimento «ingiustificato e penalizzante in un contesto in cui le pubbliche amministrazioni stanno procedendo sistematicamente verso i tempi di pagamento previsti dalla normativa europea». Secondo i dati della Piattaforma per i crediti commerciali (Pcc), a fronte di 27 milioni di fatture nel 2016 per un importo totale di 138 miliardi di euro, pagate per l’85%, la media dei pagamenti è di 64 giorni.

I Comuni più lenti

Restano dei primati di lentezza nel pagamento delle fatture da parte della pubblica amministrazione. Il Comune più lento d’Italia è il ragusano Scicli, che onora una fattura in due anni: 658 giorni. Seguono in classifica il Comune di Poggio Nativo (Rieti), con 508 giorni, quello di Torrebruna (Chieti) con 445, quello di Cerreto Sannita (Benevento) con 432. Sono 75 gli enti che dichiarano di pagare le fatture a oltre 200 giorni.