Connettiti con noi

Business

Blackstone punta all’italia: pronto un fondo da 1,3 miliardi per retail e Pmi

Il colosso americano ha aperto una struttura dedicata a Milano e ha intenzione di investire in diversi settori

architecture-alternativo Credits: Shuttershock

Il gruppo Blackstone, una delle più grandi società finanziarie del mondo, ha messo gli occhi sull’Italia. Stando a quanto riportato dal Sole 24 Ore, il colosso è pronto a lanciare anche nel Bel Paese la raccolta del suo fondo di private equity.

Per puntare ad accrescere il livello degli investimenti nel nostro Paese, ha intenzione di aprire una struttura dedicata a Milano. Nel mirino non ci sono soltanto grandi deal come quelli che riguardano Aspi e Mundys, ma anche il mercato delle piccole e medie imprese. A confermarlo è Joan Solotar, Global Head di Blackstone Private Wealth Solutions, durante un’intervista con Il Sole 24 Ore.

Il responsabile della divisione del colosso globale degli investimenti, con un patrimonio pari a 1 trilione di dollari, di cui 250 miliardi raccolti tra investitori privati, ha ribadito il focus sull’Europa e l’Italia: “È un mercato molto grande. La strategia Private Wealth Solutions di Blackstone è volta a facilitare l’accesso agli investimenti di Blackstone da parte degli investitori individuali e vede l’Italia come uno dei suoi mercati europei principali“. L’Italia del private wealth vale 1.100 miliardi di euro, dato che rende il Paese uno dei primi cinque europei in termini di ricchezza privata.

A fine 2023 Blackstone, che 10 anni fa è entrato anche in Versace, ha lanciato un nuovo fondo di private equity per High Net Worth Individual, individui con enormi disponibilità economiche e le sottoscrizioni hanno già portato a raccogliere 1,3 miliardi di euro. Il suo obiettivo è condurre i corporate buyout, fondamento dell’attività del gruppo americano. Blackstone punta a rilevare il controllo di aziende di medie dimensioni ora: “Fino a poco tempo fa – ha detto Joan Solotar – il nostro focus era sulle grandi aziende, che è comunque ancora un focus dei nostri grandi fondi globali di private equity. La piattaforma di private equity non riguarda però solo le aziende tradizionali di grande capitalizzazione, ma anche l’equity di crescita, dove non prendiamo il controllo, ma lavoriamo con gli imprenditori. Le chiamiamo opportunità tattiche“.

Tra i settori interessanti per il colosso, ci sono macro-aree come la transizione energetica, la digitalizzazione, il cloud computing, i pagamenti online. Sono già stati fatti investimenti nell’ospitalità e nell’immobiliare, con attenzione ad asset logistici e magazzini vicino ad aree metropolitane in Europa. In Italia, spiega il Global Head di Blackstone Private Wealth Solutions, “siamo stati molto concentrati sulle infrastrutture e inoltre riteniamo che proprio la transizione energetica sia un buon affare e che, in generale, sia ciò su cui possiamo mettere in gioco un capitale su larga scala in quelle aree dove si ha generalmente una protezione dall’inflazione”.

Per questo è stato potenziato l’ufficio di Milano: “Sono cinque manager ora, ma con diverse responsabilità. Andrea Valeri è Chairman per l’Italia e co-Cio di Blackstone credit per l’Europa e l’Asia. Abbiamo due persone dedicate agli investimenti nel credito con un focus sull’Italia, e fanno parte del nostro team europeo del credito. Poi abbiamo una persona dedicata ai clienti istituzionali, con un focus sul credito. E poi c’è Carlo Roncalli, che copre il lato della distribuzione con le banche private e i consulenti finanziari”.

Fonte: Sole 24 Ore