Internet, gli italiani scelgono sempre i soliti Google e Facebook

Cambiano le epoche, i comportamenti e i mezzi, ma i problemi restano gli stessi: anche quando si tratta di navigare online, gli italiani vanno di fretta. Non certamente a livello complessivo (le ore trascorse su internet continuano ad aumentare), ma sicuramente a livello specifico: gli utenti passano rapidamente da un contenuto all’altro, rimanendo pochissimo sui singoli siti, fatta eccezione per alcuni big di internet. A dirlo una ricerca di Comscore sull’utente digitale, secondo cui rispetto a un anno fa, le ore totali trascorse nel mondo virtuale sono cresciute del 3%, ma il tempo speso si sta concentrando sempre di più. In che modo? Quando sono online, i nostri connazionali visitano soprattutto gli aggregati dei due OTT Google e Facebook, ma non disdegnano nemmeno i servizi di entertainment, come Spotify e Netflix, e Amazon. A preferire tutto ciò che è entertainment sono soprattutto gli utenti più giovani, mentre le altre fasce d’età amano i social network. Anche le app di maggior successo sono quelle dei principali OTT e in particolare di Facebook. Negli utenti più giovani, però, la classifica cambia: YouTube è la prima mobile app per tempo medio per utente, seguita da TikTok e da Instagram. Complessivamente sono ben 38,7 milioni i nostri connazionali che navigano e la stragrande maggioranza di loro (33 milioni) lo fa da mobile.