Il colosso del commercio elettronico sfida Sky e Netflix sulle Tv

Dopo aver compiuto passi importanti nel settore farmaceutico e in quello bancario, ora Amazon punta alla conquista del mondo televisivo. Creando grandi timori in tutti i suoi concorrenti della pay tv e del video on demand, Sky e Netflix in primis. L’ascesa del colosso del commercio elettronico americano è cominciata nel 2016 con la creazione di Prime Video, un servizio di streaming audiovisivo che in pochi mesi ha raggiunto una distribuzione su vasta scala, Italia inclusa. Ora arriva una nuova spinta sull’acceleratore. L’obiettivo è accrescere sensibilmente gli abbonati al proprio servizio per entrare definitivamente in diretta concorrenza con Netflix, che è già corsa ai ripari, raggiungendo una partnership con Sky. Del resto, Amazon sta andando sempre più verso un vero approccio Tv, con contenuti sportivi, live streaming e canali, che si sta rivelando una carta vincente.

Amazon è già in piena corsa

Amazon sta lanciando segnali molto chiari, che non lasciano alcun dubbio sulle sue mire: negli ultimi mesi ha dirottato forti investimenti nella produzione di contenuti originali, ha stretto alleanze con importanti broadcaster (come Discovery) e lo scorso anno è già riuscito ad aumentare del 41% i suoi abbonati. Gli altri protagonisti del mondo delle Tv non possono più stare a guardare e hanno già annunciato battaglia.