Aramco, il gigante petrolifero saudita, sbarca in Borsa

È ufficiale: Aramco, il gigante petrolifero dell’Arabia Saudita, sarà quotato alla Borsa di Riad. Ancora non si conoscono i dettagli dell’operazione: per ora si sa solo che l’organo di vigilanza della Borsa saudita ha dato il via libera a quella che, per alcuni, potrebbe diventare l’IPO (Initial public offering) più grande della storia. Stando ad alcune fonti dell’agenzia Reuters, infatti, la percentuale di azioni in vendita potrebbe essere dell’1 o del 2%: il valore equivalente sarebbe di circa 20/40 miliardi di dollari, superiore dunque al valore dell’IPO della cinese Alibaba, pari 25 miliardi di dollari, a oggi l’IPO maggiore di sempre. Sicuramente, nelle prossime settimane la compagnia, a seguito di incontri con investitori e banchieri, definirà quantità e prezzo delle azioni da quotare.
Secondo gli analisti, la quotazione di Aramco fa parte del piano di trasformazione che il principe ereditario Mohammed Bin Salman intende realizzare nei prossimi anni per diversificare l’economia del Paese e che prevede progetti come “NEOM”, una mega città futuristica da 500 miliardi di dollari pianificata sulla costa settentrionale del Mar Rosso.