Connettiti con noi

Sostenibilità

Meno inquinamento e più verde, Italia verso l’eco-compatibilità

La fotografia scattata dall’Istat sul nostro Paese: dai pannelli fotovoltaici a una miglior attenzione per il consumo dell’acqua e per la raccolta differenziata. Scarica l’indagine

L’Italia è un po’ meno inquinata, almeno dal punto di vista atmosferico. È solo uno dei dati appena pubblicati dall’Istat nel rapporto annuale sull’ambiente. Secondo l’indagine dell’istituto nazionale di statistica tra il 2009 e il 2010 si è registrata una diminuzione del numero medio di giorni in cui si è verificato il superamento del valore limite per le polveri sottili (dai 54,1 giorni del 2009 ai 44,6 giorni dello scorso anno). Ma non solo. L’attenzione per l’ambiente si verifica anche in altri settori come ad esempio quello della raccolta differenziata, in aumento dell’1,4% sul totale dei rifiuti urbani (pari al 31,7%). L’Istat sottolinea inoltre come alle ottime performance di Pordenone, Novara e Carbonia nella raccolta differenziata, si contrappongono quelle negative di tre capoluoghi siciliani: Messina, Siracusa ed Enna.In diminuzione, come negli ultimi nove anni, l’uso pro capite di acqua per uso domestico che nel 2010 è stato pari a 66,7 m3 per abitante (-1,9% rispetto al 2009). In aumento, invece, l’utilizzo dei mezzi pubblici (autobus, tram, filobus, metropolitana, vaporetti) che hanno trasportato complessivamente 228,6 viaggiatori per abitante, con un aumento dello 0,6% rispetto al 2009. Cresce il verde pubblico (rispetto al 2000 ogni cittadino può contare su 3,1 mq in più di aree verdi), ma anche l’utilizzo di pannelli fotovoltaici (+114,9% di potenza media installata rispetto al 2009). L’Istat in particolare segnala il parcheggio realizzato a Pesaro che, grazie a un tetto con copertura fotovoltaica, è in grado di produrre in un anno la quantità di energia che sarebbe sufficiente al fabbisogno di quasi 1.000 famiglie. Nel 2000 la potenza media degli impianti fotovoltaici installata sugli edifici comunali era praticamente nulla e un solo comune dichiarava di utilizzare questo tipo di pannelli sui propri edifici.

Scarica il comunicato integrale dell’Istat