Scozia: indipendentisti in netta crescita

Secondo un sondaggio della YouGov il 51% degli scozzesi il prossimo 18 settembre voterà a favore dell’indipendenza. Quattro giorni fa erano il 47%

Sembra sempre più concreta la possibilità che, dopo 307 anni, il referendum del 18 settembre porterà alla separazione della Scozia dalla Gran Bretagna. Due sondaggi, condotti da YouGov per conto del Sunday Times a distanza di soli 4 giorni, evidenziano un netto spostamento dell’elettorato scozzese verso le posizioni degli indipendentisti. Nel breve lasso di tempo intercorso tra le due rilevazioni questi ultimi hanno guadagnato ben 4 punti percentuale, passando dal 47 al 51%.

YouGov attribuisce questo balzo in avanti alla svolta verificatisi tra i laburisti che in poche settimane avrebbe visto gli indipendentisti salire al 30%.

Londra ha reagito alla notizia rilanciando e promettendo, in caso di voto contrario all’indipendenza nel referendum, una maggiore autonomia in materia fiscale, di spesa e pubblica e welfare.

© Riproduzione riservata