Manovra: l’abolizione dei vitalizi per i parlamentari non s’ha da fare

Scure sui 6 mila emendamenti della legge di Bilancio: oltre alla riforma Richetti sulle “pensioni” degli ex parlamentari, salta anche la stretta sull’uso del cellulare alla guida. Vi libera, invece, a modifiche sostanziali per il Jobs act

Bocciato l’emendamento per l’abolizione definitiva dei vitalizi ai parlamentari. È questa una delle notizie più rilevanti alle modifiche della legge di Bilancio che verrà approvata dal Parlamento nei prossimi giorni. Sui 6 mila emendamenti presentati, ben 2 mila sono stati cancellati per estraneità di materia o a causa di problemi di copertura.

Manovra: no ai vitalizi, restano le modifiche al Jobs act

Tra gli emendamenti cassati, oltre alla già citata abolizione dei vitalizi prevista dal ddl Richetti approvato lo scorso luglio dalla Camera, anche le norme che introducevano una stretta sull’uso di cellulari alla guida e gli interventi per accelerare i tempi della giustizia civile. Non sono stati eliminati, invece gli emendamenti che intervengono sul Jobs act. In particolare si aumenta da 4 a 8 le mensilità di indennità minima da corrispondere in caso di licenziamento non giustificato e quello che riduce da 36 a 24 mesi la durata massima dei contratti a termine presso lo stesso datore di lavoro.

DIFFERENZE TRA LA LEGGE DI BILANCIO E LA LEGGE DI STABILITÀ

Abolizione dei vitalizi: cosa prevede il ddl Richetti

L’abolizione definitiva dei vitalizi per gli ex parlamentari aveva compiuto un deciso passo avanti lo scorso luglio, quando la Camera aveva approvato il ddl Richetti, che applicava il metodo contributivo ai vitalizi degli ex parlamentari. Questa proposta di legge, arenatasi poi in Senato ma reintrodotta nella legge di Bilancio, non solo prevedeva per deputati e senatori un sistema previdenziale identico a quello vigente per i lavoratori dipendenti, ma anche la sua estensione a tutti gli eletti, compresi gli ex parlamentari che attualmente beneficiano dell’assegno vitalizio. La proposta di legge interviene anche sui vitalizi dei consiglieri regionali e sul loro trattamento previdenziale.

© Riproduzione riservata