Google fa causa agli Usa, “Microsoft viene favorita”

Mountain View accusa il Dipartimento dell'Interno statunitense di favorire il colosso di Redmond in un bando per i servizi di posta e di collaborazione online. Il valore del contratto si aggirerebbe tra i 50 i 60 milioni di dollari

Anche il governo degli Stati Uniti entra nella bagarre tra Google e Microsoft. Come riportano diversi quotidiani statunitensi il colosso fondato da Larry Page e Sergey Brin ha fatto causa al Dipartimento dell’Interno Usa, accusato di aver pubblicato un bando di gara per la fornitura di servizi e-mail che favorisce Microsoft. Stando alla tesi di Mountain View, il bando per i servizi di posta e di collaborazione online sarebbe stato scritto dal ministero Usa per escludere Google, richiedendo che la soluzione fosse parte della Business Productivity Online Suite di Microsoft. Il vincolo alla suite di Microsoft, ha scritto Google, è “indebitamente restrittivo della concorrenza”. L’appalto in questione è per un’unica soluzione di e-mail e strumenti collaborativi, volta a sostituire le 13 piattaforme attualmente usate dagli 88 mila dipendenti del ministero. Il valore del contratto, stando alla stampa, si aggirerebbe tra i 50 i 60 milioni di dollari in cinque anni.

© Riproduzione riservata