Addio a Franca Rame, attrice e compagna di Dario Fo

L’artista morta a Milano a 84 anni, tra il 2006 e il 2008 era stata anche senatrice dell’Italia dei Valori

Addio a Franca Rame, celebre attrice che, per oltre 60 anni, ha calcato i palchi del teatro insieme al suo compagno di vita Dario Fo. La donna, malata da tempo – nell’aprile 2012 era stata colpita da un ictus – è morta a 84 anni nella sua casa di Milano, in Porta Romana; a nulla sono serviti i soccorritori del 118, che hanno cercato di rianimare l’attrice. Figlia d’arte, nata a Parabiago nel 1929, iniziò giovanissima la sua vita d’attrice con la compagnia del padre. Nel 1948 incontra il collega Dario Fo, divenuto poi suo marito, nello spettacolo di cabaret Il dito nell’occhio (1953). Dal 1958, come riporta l’enciclopedia Treccani, è stata protagonista delle numerose commedie scritte dallo stesso Fo. Si è imposta con una recitazione estrosa ed aggressiva, passando con disinvoltura dalla satira spregiudicata di La signora è da buttare (1967) ai toni sarcastici del Fabulazzo osceno (1981), alla didattica semiseria di Sesso? Grazie, tanto per gradire (1994, il video al termine dell’articolo); come attrice e autrice (sempre in collaborazione con Fo) ha trattato con coraggio e polemica la condizione femminile (Tutta casa, letto e chiesa, 1978; Coppia aperta, 1984; Parliamo di donne, 1991). Dei successivi lavori si ricordano: Il diavolo con le zinne (1997), spettacolo comico grottesco, in cui ha affiancato G. Albertazzi; Marino libero! Marino è innocente! (1998), rivisitazione polemica del caso Sofri; Lu santo jullare Francesco (1999), monologo sulla figura del santo di Assisi. Nel 2009, insieme a Dario Fo, ha scritto l’autobiografia Una vita all’improvvisa. Nel 2006 è stata eletta al Senato con la lista Italia dei Valori, ma nel 2008 si è dimessa non condividendo gli orientamenti governativi.

© Riproduzione riservata