Connettiti con noi

Sostenibilità & Innovazione

Ryanair volerà con il carburante sostenibile di Enilive

architecture-alternativo Credits: Photo by Ian Waldie/Getty Images)

La compagnia aerea Ryanair ed Enilive hanno annunciato di aver firmato una lettera di intenti per la fornitura a lungo termine di carburante sostenibile per l’aviazione (Saf, Sustainable Aviation Fuel). Il carburante sarà fornito dalla società del gruppo Eni in alcuni aeroporti in Italia in cui opera Ryanair e permetterà al vettore di portare avanti la sua strategia di decarbonizzazione al 2050, Pathway to Net Zero.

“L’aumento della produzione di Saf è un’importante sfida che il settore dovrà affrontare nei prossimi anni”, ha commentato Thomas Fowler, direttore della Sostenibilità di Ryanair. “La collaborazione con un leader del settore come Eni aiuterà Ryanair a raggiungere il suo ambizioso obiettivo di utilizzare il 12,5% di Saf entro il 2030 e di azzerare le emissioni nette entro il 2050”.

Saf: il carburante sostenibile per l’aviazione

Il Saf rappresenta una soluzione concreta per contribuire alla decarbonizzazione dell’aviazione nei prossimi decenni, benché oggi sia una minima parte del consumo di carburante a livello mondiale. Nelle bioraffinerie in Italia, Enilive lavora prevalentemente materie prime di scarto come oli esausti da cucina, grassi animali e residui dell’industria agroalimentare per produrre l’Eni Biojet, un Saf che contiene il 100% di componente biogenica e che è idoneo a essere utilizzato in miscela con il jet convenzionale fino al 50%.

“Enilive prevede di aumentare la propria capacità di bioraffinazione fino a oltre 5 milioni di tonnellate/anno entro il 2030 ed è concentrata nello sviluppo di nuovi progetti per estenderla: i biocarburanti possono avere un ruolo importante nella decarbonizzazione della mobilità, compresi i settori ‘hard to abate’ come l’aviazione”, ha dichiarato Stefano Ballista, amministratore delegato di Enilive. “Gli impianti e le tecnologie che abbiamo sviluppato nell’ultimo decennio consentono a Enilive di produrre le quantità di Saf necessarie a soddisfare le esigenze di compagnie come Ryanair e di rispondere alle indicazioni delle normative europee”.