Connettiti con noi

Lifestyle

Piëch-Marchionne, botta e risposta sul futuro dell’Alfa Romeo

Il presidente di Volkswagen non esclude un’offerta al marchio Fiat “pero non sentirete nulla per i prossimi due anni”. L’ad Fiat: “Aspetti pure”.

Più che una trattativa sembra una telenovela: Volkswagen corteggia l’Alfa Romeo, ma non si espone. La Fiat, che possiede il marchio Alfa, non vuole saperne dell’interesse dei tedeschi e rimanda al mittente qualsiasi apprezzamento. Ma la trattativa procede, almeno da una delle due parti. Nel corso del Salone dell’Auto a Parigi il presidente di Volkswagen, Ferdinand Piëch, ha infatti rinnovato il proprio interesse per l’Alfa Romeo. “Siamo pazienti e abbiamo tempo, però non sentirete niente per i prossimi due anni” ha ammesso Piëch che ha sottolineato come l’Alfa sia il marchio con il “maggior potenziale di miglioramento”.Lo scorso anno Fiat ha venduto solo 102 mila Alfa, registrando un calo dell’1% rispetto al 2008 e ben lontano dall’obiettivo di vendite quasi triple fissato dal gruppo torinese. Nonostante i dati non certo esaltanti l’amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne continua a ribadire il suo “no” alla cessione. ”La Volkswagen è disposta ad aspettare due anni per l’Alfa Romeo. Che aspetti – ha risposto Marchionne – Nel nostro radar di opzioni la vendita di Alfa non c’è. Certo se si presentano con 100 miliardi… ma sto scherzando, non ho nessuna intenzione di vendere”.

Credits Images:

Ferdinand Piëch e Sergio Marchionne, sullo sfondo un'Alfa MiTo