A New York in mostra il Panorama italiano

Dopo Expo 2015 e Milano, l’installazione che mostra lo straordinario patrimonio paesaggistico, culturale, artigianale e manifatturiero del nostro Paese approda nella Grande Mela

Il suo debutto è stato in occasione di Expo 2015, dove l’installazione di Piazza Gae Aulenti di Milano ha attratto ben 220 mila visitatori in sei mesi, per circa metà internazionali. Un successo che ha spinto il ministero dello Sviluppo economico e l’Ice a ripetere l’iniziativa all’estero. Stiamo parlando di Panorama, una video istallazione ad alta definizione e a 360° che, in 15 minuti, racconta il meglio dell’Italia: lo straordinario patrimonio paesaggistico, culturale, artigianale e manifatturiero del nostro Paese attraverso 200 location e centinaia di opere d’arte e prodotti dell’industria culturale e creativa italiana. Un formidabile strumento di storytelling e promozione del Sistema Paese a livello internazionale.

In questi giorni Panorama – nato dalla collaborazione di istituzioni, Fondazione Altagamma, Camera Nazionale della Moda italiana e Salone del Mobile di Milano – sta raccontando la bellezza italiana a New York, dove fino al 20 luglio sarà a disposizione dei turisti nella straordinaria Gran Central Terminal. “Panorama costituisce il miglior esempio di operazione di sistema dell’industria culturale e creativa italiana” , ha affermato il vice ministro dello Sviluppo economico Ivan Scalfarotto. “L’Italia a oggi è il Paese più apprezzato al mondo per provenienza di prodotti di alta qualità: nel segmento più alto del mercato, i brand italiani detengono il 22% di quota di mercato mondiale per quanto riguarda i beni di lusso personali, il 40% per l’arredamento di design il 24% per l’enogastronomia e il 10% per la nautica. Si tratta di quell’industria culturale e creativa che in Italia conta per il 4% del Pil e occupa più di 500 mila persone”.

© Riproduzione riservata