Addio a Ennio Doris

Si è spento, all’età di 81 anni, Ennio Doris, fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum. A comunicare la notizia la moglie Lina Tombolato e i figli Sara e Massimo, che chiedono anche di poter mantenere il massimo riserbo in questi giorni di lutto. Doris, nato a Tombolo nel 1940, per oltre quarant’anni è stato indiscusso protagonista della grande finanza italiana, tanto che nel 1992 gli era stata conferita l’Onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nel 2002 quella di Cavaliere del Lavoro, seguita lo stesso anno dal Master honoris causa in “Banca e Finanza” della Fondazione CUOA.

La sua carriera era iniziata, dopo il diploma in ragioneria, presso la Banca Antoniana di Padova nella filiale di San Martino di Lupari (Padova), dove lavorò dal 1960 al 1968, per diventare poi direttore generale delle officine meccaniche Talin di Cittadella (Padova) insieme all’industriale Dino Marchiorello. Nel 1969 l'inizio dell'attività nel campo della consulenza finanziaria Fideuram e, dal 1971 al 1981, in Dival (Gruppo Ras), dove partito con un gruppetto di collaboratori, in pochi anni arrivò a gestire oltre 700 professionisti.
La svolta imprenditoriale arrivò nel 1982 quando, dopo l’incontro a Portofino con Silvio Berlusconi e con il supporto imprenditoriale e logistico del Gruppo Fininvest, Ennio Doris fondò Programma Italia, la prima rete di consulenti globali nel settore del risparmio, con un’idea tanto semplice quanto potente e innovativa: “diventare il punto di riferimento della famiglia italiana per il risparmio”. Il 1995 è stato poi l'anno della nascita di Mediolanum S.p.A., la holding a cui fanno capo tutte le società del
conglomerato del Gruppo, riorganizzazione che ha permesso la quotazione in Borsa nel 1996 e, nel 1998, l’ingresso nel listino Mib30. Proprio di Mediolanum S.p.A. Doris è stato amministratore delegato sino al 2015, anno della fusione per incorporazione in Banca Mediolanum. Nel 2008, intanto aveva lasciato il testimone di Banca Mediolanum al figlio Massimo, ma Ennio Doris aveva continuato a ricoprire la carica di presidente fino allo scorso 3 novembre, quando era stato nominato presidente onorario. Ricopriva inoltre la carice di presidente onorario di Fondazione Mediolanum Onlus e dal 2000 al 2012 ha ricoperto la carica di Consigliere in Mediobanca S.p.A. e di Banca Esperia S.p.A.