Aerion Supersonic e i voli supersonici a zero emissioni

In periodo di distanziamento sociale e meeting d’affari orchestrati attraverso una piattaforma digitale ci sono aziende che credono fortemente nel piacere di un incontro vis à vis, nella possibilità di svegliarsi, viaggiare migliaia di chilometri per chiudere un contratto e di avere il tempo di tornare in famiglia per cena.

È il futuro in cui crede fortemente Aerion Supersonic, società statunitense al lavoro su un jet supersonico privato, ribattezzato AS2. Il velivolo da 12 posti, capace di superare i 1.600 km/h e i cui primi esemplari dovrebbero decollare entro l’inizio del 2025, punta a essere il non plus ultra dei viaggi di lusso sostenibili. Il team di Aerion, infatti, sta lavorando non solo a ridurre fortemente il rumore ambientale, ma anche ad azzerare le emissioni grazie al primo motore per aerei alimentato con carburante sintetico o biocarburanti.