© 2013 Artists Rights Society (ARS), New York/ADAGP, PAris/FLC. Photo © Richard Pare

New York, la città che non dorme mai rende omaggio al genio creativo di Le Corbusier (Charles-Édouard Jeanneret, 1887-1965), dedicandogli la più grande mostra mai allestita in città per l’artista svizzero. L’esposizione del Moma rende omaggio alla sfaccettata personalità di un uomo che, nato in Svizzera e poi trasferitosi in Francia, fu insieme architetto e urbanista, designer e pittore, fotografo e scrittore e lasciò un segno indelebile nella storia della progettazione europea contemporanea. Il percorso comprende circa 320 opere, inclusi i principali dipinti e quattro ricostruzioni d’interni: si va dai primi acquerelli realizzati in Italia, in Grecia e in Turchia alle fotografie scattate nei vari viaggi formativi, fino ai modelli di architettura dei suoi progetti su larga scala. Il fil rouge è il paesaggio, nelle sue varie declinazioni: naturale, urbano e domestico.

Le Corbusier: An Atlas of Modern Landscape
Fino al 23 settembre
The Museum of Modern Art, New York