Considerare i clienti veri e propri partner da coccolare anziché semplici consumatori. Offrire linee sempre più evolute e performanti, grazie a un’attività di ricerca interna alle aziende che ha pochi eguali in altri ambiti. Un andamento di mercato anticiclico, perché il prodotto ha il pregio di avere un effetto “consolatorio” e antidepressivo. È così che il beauty ha affrontato meglio di altri la crisi degli ultimi anni e intende crescere nell’immediato futuro. Ne abbiamo discusso con: Carlo Bianchini, amministratore delegato di Coty Italia; Henri Du Masle, a.d. di Clarins Italia; Riccardo Ferrari, direttore generale di Beauté Prestige International Italia; Marco Lazzaroni, direttore Polo Profumi L’Oréal Luxe; Ulrika Wikstrom, Brand Manager di Lancôme Italia e Giancarlo Zinesi, Managing Director Sisley Cosmetics Italia.

GLI ASSI DELLA COSMESI
Carlo Bianchini, amministratore delegato di Coty Italia Henri Du Masle, amministratore delegato di Clarins Italia
Ferrari
Riccardo Ferrari, direttore generale di Beauté Prestige International Italia
Marco Lazzaroni, direttore Polo Profumi L’Oréal Luxe Ulrika Wikstrom, Brand Manager di Lancôme Italia Giancarlo Zinesi, Managing Director Sisley Cosmetics Italia