© Sam Greenwood/Getty Images

Rory McIlroy con il trofeo Gary Player per la vittoria del WGC Bridgestone Invitational 2014

Rory McIlroy ha conquistato il trofeo per la vittoria del torneo di golf WGC Bridgestone Invitational 2014. Il nordirlandese ha superato lo spagnolo Sergio Garcia per due colpi, 265 Rory McIlroy e 267 Sergio Garcia. Ma alla partenza del quarto giro di gara la situazione era totalmente a favore di Sergio Garcia che era al comando della classifica del WGC Bridgestone Invitational 2014 con tre colpi di vantaggio su Rory McIlroy. Domenica mattina sul percorso par 70 del South Course al Firestone Country Club, negli Stati Uniti, in Ohio, nella città di Akron, c’è stato un temporale che ha fatto ritardare la gara di oltre un’ora e reso tutto il campo molle, fairway senza rimbalzi, rough bagnato dal quale è diventato difficile uscire, green morbidi e più lenti. Rory McIlroy ha giocato 66 colpi, -4, Sergio Garcia ne ha giocati 71, +1. Ha vinto la micidiale precisione di Rory McIlroy, che nelle prime cinque buche ha giocato quattro birdie e un par contro i quattro par e un bogey di Sergio Garcia. Già all’inizio della buca 6 il vantaggio era passato a favore di Rory McIlroy che lo ha mantenuto sino alla fine della gara.

La classifica finale del WGC Bridgestone Invitational 2014 vede al primo posto Rory McIlroy con 265 colpi, seconda posizione Sergio Garcia 267 colpi, terzo posto per l’australiano Marc Leihsman 268 colpi. Al quarto posto con 271 colpi il sudafricano Charl Schwartzel, l’inglese Justin Rose e gli americani Patrick Reed e Keegan Bradley . Ottava posizione con 273 colpi per il nordirlandese Graeme McDowell, l’australiano Adam Scott e gli statunitensi Richie Fowler e Ryan Moore.

Francesco Molinari, unico italiano in gara, si è piazzato 31esimo, 279 colpi, -1. Stesso risultato di Francesco Molinari per il francese Victor Dubuisson, l’australiano Matt Jones, l’argentino Angel Cabrera e gli americani Bubba Watson, Webb Simpson e Harris English.

Tiger Woods, vincitore del WGC Bridgestone Invitational nel 2013, si è ritirato nel corso del quarto giro, per un forte dolore al ginocchio della gamba sinistra (ancora una volta), alla buca 8. Dopo una buona impressione data da Tiger Woods nel primo giro con 68 colpi, -2, Tiger ha giocato +1 sulle seconde diciotto buche, mostrando gravissimi problemi con il drive che ha giocato molto spesso a destra in rough. Deluso dal secondo giro, Tiger ha giocato la terza giornata di gara cercando di lavorare sullo swing e sul ritmo della gara, ma al termine del giro ha marcato 72 colpi, +2. Domenica per l’ultimo giro Tiger Woods ha marcato un ottimo birdie alla buca 1, par alla buca 2, bogey alla buca 3, bogey alla buca 6, doppio bogey alla buca 7. In queste buche si sono visti due tee shot flappa, piani di rotazione molto verticali, spalla destra perpendicolare alla palla e schiena che andava con molte difficoltà alla chiusura del colpo. Fino al tee shot che ha visto la smorfia di dolore di Tiger per una tensione al ginocchio destro, evidentemente per cercare di anticipare la rotazione e non fare un altro slice, ma contemporaneamente limitare la recente grande paura di Tiger di fare un gancio. Tiger Woods, con un’espressione mista tra dolore e delusione ha lasciato il campo di gara. Per il momento non ci sono comunicati ufficiali, ma è molto probabile che il prossimo week end non giocherà all’ultimo Major della stagione l’US PGA Championship.

Rory McIlroy con questa vittoria torna al primo posto della classifica mondiale del golf (OWGR) davanti ad Adam Scott. Per Rory questa è la terza vittoria nella stagione 2014 dopo il BMW PGA Championship e il 143rd Open Championship.