Ubs cambia, alla guida Sergio Ermotti

Il presidente dell’area Emea, ex deputy ceo di Unicredit, scelto come Ceo ad interim dopo le dimissioni dalla banca di Oswald J. Grübel

Sergio Ermotti alla guida del colosso finanziario Ubs. L’annuncio è stato dato direttamente dal colosso svizzero che, dopo aver incassato le dimissioni de Oswald J. Grübel, ha nominato Ceo ad interim Ermotti. Le dimissioni dell’ormai ex chief executive officer di Ubs sono una conseguenza del recente episodio di transazioni di negoziazione non autorizzate di cui Grübel ha ritenuto di doversi assumere la responsabilità. Sergio Ermotti, 51 anni, resterà alla guida della banca finché il Cda non avrà identificato un successore per Grübel. Già dallo scorso aprile presidente Emea di Ubs, il nuovo Ceo avrà il compito di continuare il processo di implementazione e riallineamento strategico di Ubs. Dopo una lunga carriera iniziata nel 1987 in Merrill Lynch, Ermotti è stato deputy ceo di Unicredit dal 2007 al 2010 con deleghe per il corporate e investment banking. L’addio alla banca di Piazza Cordusio risale allo scorso ottobre, quando nel riassetto di vertice del post-Profumo, Roberto Nicastro è diventato direttore generale ed Ermotti non ha voluto accettare un ruolo subordinato.

© Riproduzione riservata