Connettiti con noi

Novità dalle aziende

Bici elettrica a rate: vantaggi, consigli e cose da sapere prima di acquistare

@iStock

Il mercato delle bici elettriche si è molto evoluto negli ultimi anni e oggi per gli amanti delle due ruote sono disponibili vari modelli pensati per gli utilizzi più diversi. Una delle tipologie più diffuse è la bici elettrica a pedalata assistita, mezzo che ha un motore attivato allorquando il ciclista muove i pedali; ciò favorisce molto l’azione del conducente ai cui è richiesto uno sforzo minore per muovere il mezzo, sicuramente inferiore a quello necessario per condurre una bici “classica”.

Le bici con pedalata assistita hanno motori con una potenza che va oltre gli 0,25 kW e l’assistenza è attiva soltanto quando la velocità è inferiore ai 25 km/h. Se viene oltrepassato questo limite, il funzionamento del motore viene disattivato.

Queste bici, come ha anche ribadito una recente sentenza della Corte Europea (12 ottobre 2023), non sottostanno all’obbligo di assicurazione di responsabilità civile (RC, quella che invece è obbligatorie per auto e moto). Il tema era molto discusso e la sentenza della Corte Europea ha fatto chiarezza in merito.

Diverso è il caso di quelle e-bike che possono raggiungere velocità fino ai 45 km orari. In questi casi è sempre necessario informarsi a dovere sulle caratteristiche della bici; se si tratta di modelli che possono essere equiparati a motocicli sussistono gli obblighi relativi alla targa del mezzo e all’assicurazione RC.

Quanto costa una bici elettrica a pedalata assistita?

Come accennato, i modelli di bici elettrica sono moltissimi e conseguentemente c’è una grande variabilità dei prezzi; in linea di massima, il prezzo di un prodotto di fascia media può variare dai 900 ai 1.500 euro circa, ma se saliamo di livello possiamo arrivare a spendere somme anche sei volte più elevate.

Si tratta quindi di cifre molte alte per cui può senz’altro valere la pena di prendere in considerazione l’acquisto di una bici elettrica a rate così da dilazionare il pagamento senza pesare troppo sulla propria scorta di liquidità.

Oggi esistono infatti prodotti finanziari che permettono di acquistare subito una bici elettrica, come anche un monopattino elettrico, a rate senza costi o interessi.

Si tratta di una soluzione piuttosto comoda e anche flessibile dal momento che è possibile scegliere il numero di rate con le quali rimborsare il debito.

Come funziona il pagamento a rate?

Il funzionamento dei prodotti finanziari che prevedono il pagamento a rate è molto semplice e lineare ed evita le lungaggini burocratiche. Basta scegliere uno dei negozi convenzionati che offrono l’opportunità di optare per questa soluzione.

Prima dell’acquisto si può effettuare una simulazione; sul sito web dell’istituto finanziario si compilano i campi “Importo” e “Numero rate” dopodiché sarà mostrata la rata relativa.

Perfezionato il contratto di acquisto, le rate saranno addebitate mensilmente sul conto corrente indicato in fase di stipula del contratto.

Bici elettrica: qualche consiglio prima dell’acquisto

La scelta della bici elettrica dipende molto dagli utilizzi che si deve farne; se si ha intenzione di sfruttarla per fare attività fisica, è necessario orientarsi su modelli con pedalata assistita; questi infatti richiedono comunque un certo impegno muscolare; se invece si hanno finalità diverse, come quella di spostarsi più comodamente nel traffico per recarsi al lavoro o all’università, si possono prendere in considerazione e-bike che raggiungono velocità maggiori e che possono affrontare agevolmente anche salite ripide.

Va anche tenuto conto dell’utilizzatore; le bici elettriche equiparate a ciclomotori non possono essere utilizzate da conducenti con un’età inferiore ai 14 ed è necessario un patentino AM. È altresì previsto l’obbligo di casco omologato, specchietto retrovisore e fari di posizione.

 

©iStock