Trovare il lavoro giusto? La mappa di Stanford ti indica la strada

La teoria di due professori di Stanford è tutta nel Designing Your Life: basta prendere carta e penna...

Vi sentite oppressi nel vostro attuale lavoro, ma non sapete come trovare la strada verso la vostra missione nella vita? Quello che vi manca non è il coraggio, ma una mappa che vi indichi il percorso. A proporla sono due professori di Stanford, Bill Burnett e Dave Evans, titolari del corso Designing Your Life che è diventato un libro. Il testo spiega come creare una “mappa mentale” del proprio futuro e come seguirla fino alla scelta finale.

«Scegli meglio quando hai molte buone idee tra cui scegliere» e «Non scegli mai la prima soluzione che ti viene in mente a qualsiasi problema»: sono questi i principi seguiti da Burnett Evans. Sono mutuati dal design thinking, ovvero il pensiero progettuale elaborato dal loro collega Bernard Roth. Le idee vincenti, insomma, non arrivano con l’eureka!, ma necessitano di tempo e riflessione. E della strada giusta:

  1. Il punto di partenza deve essere un argomento amato, qualcosa di piacevole sul quale iniziare a lavorare.

  2. Il secondo passo è fare un brainstorming, creando un “cerchio di parole” a gruppi di cinque o sei. Nel primo cerchio i primi concetti che vengono associati al tema iniziale, poi continuare allargando fino a scrivere almeno tre cerchi. In tutto, non bisogna spendere più di cinque minuti per questo passaggio, per non perdere la focalizzazione.

  3. Crea dei collegamenti secondari è il terzo e decisivo passaggio. Quando tutte le idee sono su carta, si possono creare collegamenti inattesi e in un certo senso maieutici. Ci si potrebbe scoprire così portarti per “insegnare” “matematica” ai “ragazzi”, ma da queste stesse parole potrebbe anche arrivare l’idea per un’app di giochi numerici per aiutare l’apprendimento dell’aritmetica.

© Riproduzione riservata