Candidature e recruiting: Intelligenza Artificiale sempre più protagonista

Entro pochi anni l’A.I. diventerà sempre più indispensabile per chi cerca lavoro e per i professionisti delle Risorse umane. Uno studio LinkedIn spiega come

AI marketingphuttaphat tipsana/iStockPhoto

Solo negli ultimi due anni, in Italia gli annunci di lavoro che menzionano l’Intelligenza Artificiale o l’Intelligenza Artificiale generativa sono quintuplicati. Allo stesso tempo, le candidature per queste posizioni sono cresciute del 31% rispetto a quelle più tradizionali.

L’A.I. sta rivoluzionando il mercato del lavoro e i futuri candidati, gli stessi recruiter e, più in generale, i professionisti delle Risorse umane dovranno imparare a conoscerla e utilizzarla per il proprio lavoro.

Intelligenza Artificiale e la rivoluzione delle skill lavorative

Secondo lo studio Global Talent Trends Report di LinkedIn, sull’onda dell’accelerazione data dall’Intelligenza Artificiale le skill richieste ai lavoratori cambieranno di almeno il 65% da qui al 2030. Un cambiamento accolto con ottimismo dall’89% dei lavoratori italiani, che si dichiara entusiasta di utilizzare l’A.I. sul lavoro; allo stesso tempo, più della metà (il 54%) vorrebbe saperne di più.

Il ruolo, sempre più centrale, dei team Hr e recruiting

Per preparare la propria forza lavoro ai cambiamenti futuri, i leader aziendali si affidano ai team delle Risorse umane e di recruiting perché facciano da guida. Non è un caso, quindi, che circa il 90% dei professionisti Hr affermi che il suo ruolo è diventato più strategico nel corso dell’ultimo anno. Una conferma che arriva anche a livello globale, dove il 61% dichiara che sta implementando percorsi di formazione sull’A.I. per affiancare i dipendenti, mentre un altro 61% utilizza già la tecnologia come supporto alle proprie attività quotidiane.

La maggioranza (80%) dei professionisti Hr ritiene che l’A.I. sarà uno strumento in grado di agevolarli nei prossimi cinque anni, consentendo loro di concentrarsi sugli aspetti più strategici e umani del loro ruolo, come il rafforzamento delle relazioni con i candidati e i colleghi (39%).

“Con i numerosi cambiamenti in atto, è giunto il momento per i business leader di valutare le competenze di cui le loro organizzazioni hanno bisogno oggi e negli anni a venire, in modo da preparare i loro team al successo”, ha commentato Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia. “I professionisti Hr avranno un ruolo cardine per garantire che le aziende abbiano i talenti e le competenze necessarie per prosperare. E l’Intelligenza Artificiale sarà uno strumento indispensabile anche per loro, aiutandoli a concentrarsi sull’importante aspetto ‘umano’ del loro ruolo, come la costruzione di relazioni con i candidati e la promozione di una forte cultura aziendale”.

La formazione LinkedIn per recruiter e candidati

Per aiutare le imprese a orientarsi in questo nuovo scenario del mercato del lavoro, LinkedIn sta sperimentando nuovi strumenti di A.I generativa in Recruiter e Learning Hub con un numero ristretto di clienti. L’intenzione è di estendere questi strumenti a tutti i clienti nel corso dell’anno e disponibili in Italia nel 2024:

  • Recruiter 2024
    La nuova esperienza di recruiting assistita dall’Intelligenza Artificiale di LinkedIn renderà le assunzioni più efficienti e semplici, in modo che i responsabili dei talenti possano concentrarsi sul lavoro strategico incentrato sulle persone. Chi assume può servirsi della ricerca in linguaggio naturale come “Voglio assumere un senior growth marketing leader” e i modelli di A.I. di LinkedIn, abbinati agli insight di oltre 950 milioni di professionisti, 63 milioni di aziende e 40 mila competenze su LinkedIn, sono in grado di dedurre il tipo di candidato che il datore di lavoro sta cercando e fornire raccomandazioni di qualità superiore da un bacino molto più ampio di candidati.
  • LinkedIn Learning’s AI-powered coaching
    LinkedIn sta sperimentando una consulenza in tempo reale su due delle competenze più richieste che si applicano a tutti i tipi di lavoro: leadership e gestione. Gli utenti possono porre una domanda quale: Come posso delegare compiti e responsabilità in modo efficace? Invece di dare una risposta univoca, l’A.I. porrà domande chiarificatrici per comprendere più a fondo la situazione e l’esperienza specifica dell’utente, offrendo poi consigli, esempi e feedback basati su centinaia di ore di contenuti degli esperti di LinkedIn Learning. Per chi vuole approfondire la conoscenza dell’A.I., LinkedIn Learning ha sbloccato anche i corsi di apprendimento dell’IA più popolari, disponibili gratuitamente fino al 15 dicembre 2023.

© Riproduzione riservata