Safilo Group: ricavi a 1,025 miliardi di euro nel 2023

Il Gruppo ha specificato che l'anno scorso la performance operativa è stata influenzata in maniera significativa da oneri non ricorrenti, dovuti principalmente all’operazione di cessione dello stabilimento di Longarone

Safilo, il Ceo Trocchia fissa l'obiettivo: ricavi a 1,3 miliardiL'amministratore delegato di Safilo Group, Angelo Trocchia

Safilo Group ha archiviato il suo 2023 con ricavi per 1,025 miliardi di euro, facendo segnare una flessione del -4,8% a cambi correnti (-2,3% a cambi costanti), mentre i profitti sono calati di 14 milioni. Se le vendite crescono globalmente di un buon 3,8%, si registra una netta riduzione nel Nord America (-9%) e in Europa (-3,1%).

Il Gruppo ha specificato che l’anno scorso la performance operativa è stata influenzata in maniera significativa da oneri non ricorrenti, dovuti principalmente all’operazione di cessione dello stabilimento di Longarone e, nel quarto trimestre, anche alla chiusura delle attività di marchi in uscita e a una svalutazione parziale di alcune immobilizzazioni immateriali relative a una precedente acquisizione.

I numeri di Safilo Group nel 2023

Nel dettaglio, l’impatto degli oneri non ricorrenti è stato pari a 16 milioni di euro a livello di utile industriale lordo, a 29,1 e 41,9 milioni di euro rispettivamente a livello Ebitda e di utile operativo.

Il margine Ebitda adjusted si è attestato al 9% dal 9,4%, mentre il margine industriale lordo adjusted è salito al 58,7% dal 55,5%. Nonostante le vendite e l’Ebitda in flessione, è cresciuto l’utile industriale lordo: il dato adjusted è stato pari a 601,8 milioni di euro, in aumento dello 0,7% sul 2022.

“In un anno complesso come il 2023, nel quale alle nostre sfide dirette si sono sommate quelle di un contesto geopolitico e macroeconomico teso e instabile, è stato per noi particolarmente importante raggiungere un livello di ricavi molto vicino all’ottimo risultato di vendita registrato nel 2022, quando la crescita rispetto al 2019 pre-pandemia era stata del 12%”, ha dichiarato Angelo Trocchia, amministratore delegato di Safilo. “Il Nord America ha continuato a risentire della prudenza dei principali canali distributivi eyewear e di una stagione del sole non brillante, mentre in Europa, l’incredibile lavoro svolto dai nostri team ci ha consentito di compensare efficacemente il calo del business nelle ex catene GrandVision, a ulteriore testimonia della resilienza del nostro Gruppo e della bontà di una strategia che vede i nostri clienti essere il focus di tutta l’azienda”.

Il numero uno di Safilo ha poi sottolineato come nel 2023 il Gruppo abbia dovuto riconsiderare l’assetto industriale alla luce di un portafoglio marchi e di segmenti di business non più aderenti al know-how espresso dallo storico stabilimento di Longarone. “Il progetto è stato complesso, ma siamo riusciti a creare le condizioni per il miglior esito possibile, con la cessione del sito produttivo e la piena occupazione di tutti i suoi lavoratori, consentendo altresì la continuità di un importante know how settoriale”, ha concluso Trocchia.

Occhiali: Missoni conferma Safilo: insieme fino al 2029

© Riproduzione riservata