Alessandro Piperno, Premio Strega 2012

Alessandro Piperno, Premio Strega 2012

Alla fine Alessandro Piperno l’ha spuntata, e con soli due voti di vantaggio, si è aggiudicato il Premio Strega 2012. Il suo Inseparabili, il fuoco amico dei ricordi , edito da Mondadori ha infatti totalizzato 126 voti, battendo il favorito (arrivava alla finale come primo della Cinquina) Qualcosa di scritto di Emanuele Trevi, edito da Ponte alle Grazie. Terzo, con 119, voti Il silenzio dell’onda (Rizzoli) di Gianrico Carofiglio. Seguono Nel tempo di mezzo (Einaudi) di Marcello Fois con 48 voti e La colpa (Newton Compton) di Lorenza Ghinelli con 16 voti.

In tutto su 460 aventi diritto, 60 dei quali espressi dai cosiddetti ‘lettori forti’ che si aggiungono ai tradizionali ‘Amici della domenica’, hanno espresso la loro preferenza 434 votanti. Due sono state le schede nulle. A presiedere il seggio è stato Edoardo Nesi, Premio Strega 2011.

«Sono frastornato ed emozionantissimo – ha detto a caldo Piperno – ringrazio con tutto il cuore la Mondadori che ha fatto un lavoro straordinario. Faccio un in bocca al lupo ai miei avversari: è stata una battaglia dura e leale».

Con l’affermazione di Alessandro Piperno, Mondadori (dopo la parentesi Bompiani dell’anno scorso) vince il suo quinto Premio Strega in sei anni.