Nestlé: accordo da 7 mld con Starbucks. Venderà il suo caffè

L’obiettivo è espandersi ulteriormente e rafforzare la propria gamma di prodotti, che già vanta marchi del calibro di Nescafè e Nespresso

È affare fatto fra Nestlé e Starbucks. Grazie a un accordo da oltre sette miliardi, il colosso alimentare svizzero potrà commercializzare in ogni parte del globo alcuni prodotti della nota catena statunitense al di fuori dei suoi negozi. L’obiettivo è espandersi ulteriormente e rafforzare la propria gamma di prodotti, che già vanta marchi del calibro di Nescafè e Nespresso. In vista della nuova scalata al successo, la multinazionale svizzera con sede a Vevey assumerà 500 dipendenti Starbucks negli Stati Uniti e in Europa, principalmente con base a Seattle e Londra. Dal canto suo, il re americano delle caffetterie utilizzerà i proventi per accelerare il riacquisto di azioni. “Attraverso questa alleanza, le due compagnie lavoreranno fianco a fianco sulla gamma esistente di caffè torrefatto e macinato a marchio Starbucks, sui grani interi così come sui caffè istantanei e porzionati” si legge in una nota diffusa da Nestlé.

© Riproduzione riservata