Business People dicembre torna La forma della bellezza

Seconda edizione per l’allegato dedicato al valore dell’estetica nella vita quotidiana

Venti oggetti e altrettanti brand che, ciascuno a suo modo, hanno fatto “voto” di promuovere la bellezza. Una carrellata di prodotti che, nel proprio settore di appartenenza, si distinguono per il design senza per questo rinunciare a dare il massimo in termini di funzionalità. E, ad accompagnarli, tre interviste che riflettono sul valore e il significato dell’estetica nel nostro quotidiano.

Ad altrettanti personaggi per cui questa dimensione ha assunto un ruolo primario, anche se per ragioni molto differenti: Patrizia Sandretto Re Rebaudengo (collezionista d’arte e fondatrice dell’omonima Fondazione), il noto designer e architetto Fabio Novembre e il filosofo Umberto Galimberti. Tre prospettive diverse e originali di concepire uno dei valori fondanti dell’esistenza. Tutto questo e molto altro è la seconda edizione de La forma della bellezza, allegato del numero di dicembre di Business People, in cui andiamo di nuovo a indagare una dimensione considerata estremamente semplice, perché naturale, ma in realtà complessa, perché può racchiudere uno studio e un’elaborazione lunghi e faticosi.

Ma valeva davvero la pena “tonare sul luogo del delitto”? Noi pensiamo di sì, perché nella vita di tutti i giorni se guardiamo un oggetto non significa che lo vediamo. Perché per vederlo veramente bisogna fermarsi per riempire gli occhi dei contorni della sua forma e dei suoi colori, e magari anche toccarlo e, in alcuni casi, percepirne pure l’odore. In breve, ognuno di noi non riesce a vedere veramente una cosa finché non ne vede la bellezza. E la bellezza non sta solo nell’aspetto di un oggetto, ma anche nella storia e nell’idea che lo hanno generato.

© Riproduzione riservata