Connettiti con noi

Lavoro

Se la scrivania è perfetta si lavora meglio

Se si lavora in un luogo piacevole, l’umore migliora e quindi anche le mansioni di cui dobbiamo occuparci diventano meno pesanti

Il rapporto con i colleghi, il clima che si respira in ufficio, le condizioni salariali, i benefits sono tutti fattori fondamentali. Ma non sono gli unici. Molti lo sottovalutano, eppure anche lo spazio fisico è importantissimo per il benessere psicofisico dei dipendenti. In particolare, a giocare un ruolo chiave in questo senso è la scrivania. Se è ordinata, è piacevole da vedere, trasmette sensazioni positive, infatti, l’umore migliora e le proprie mansioni diventano meno gravose. Ecco allora qualche consiglio per trasformarla in un’alleata perfetta.

Abbellirla

Per prima cosa, è utile rende la propria scrivania quanto più accogliente e famigliare possibile. Come fare? Abbellendola con uno o più oggetti che ci piace guardare: può trattarsi di una fotografia, una candela, un biglietto con una frase o un mantra che danno la carica. Altra ottima idea è sistemare sul ripiano un vaso contenente fiori o piante come Sansevieria, Ficus, Dracena, Felce: sono tutte specie in grado di assorbire la polvere e di trattenere le particelle nocive, purificando l’aria interna. Inoltre, ossigenano l’ambiente, fornendo nuova “linfa vitale” al cervello. Le piante non solo rendono l’ambiente più bello, piacevole e sano, ma fanno anche bene alla psiche: ammirare i colori e le forme dei fiori, prendersene cura, annusare il loro profumo sono tutti gesti che donano un alone di tranquillità e benessere e permettono di distrarsi dalle problematiche quotidiane.

Illuminarla

I raggi solari riequilibrano la produzione ormonale e il sistema nervoso, migliorando il benessere avvertito a livello fisico e psicologico. Ecco perché, sarebbe utile far penetrare nell’ambiente di lavoro quanta più luce naturale possibile, per esempio scostando le tende e, quando la stagione e lo smog lo permettono, aprendo le finestre. In alternativa, si possono sistemare sulla propria scrivania delle lampade a luce calda che riproducono la luce solare. Ottime quelle di sale o di salgemma, che non solo hanno un colore giallo-arancione, ma rilasciano anche ioni: elementi di cui è ricca l’aria delle foreste, che fanno sentire meglio. Quando il clima è molto teso e le persone si sentono particolarmente stressate, meglio preferire o aggiungere delle lampade di quarzo rosa, che stimolano la frequenza cerebrale che innesca la tranquillità.

Profumarla

Un altro suggerimento è quello di sistemare sulla propria scrivania un diffusore per ambienti e mettere ogni giorno quattro-cinque gocce di un olio essenziale ad hoc. Qualche esempio? La lavanda per favorire il relax e diminuire le apprensioni, il petitgrain se ci si sente tesi e senza energie, lo ylang ylang per calmare il sistema nervoso e migliorare l’umore. In alternativa, preparare un sacchettino di fiori secchi, metterlo in un cassetto della scrivania o accanto al computer e annusarlo più volte al giorno. Per stimolare l’intelletto e la concentrazione scegliere il basilico, che favorisce anche le capacità decisionali. Per rilassarsi e liberare la mente dalle preoccupazioni puntare invece su eucalipto e arancio amaro.

Riordinarla

Sì, infine, a riordinare la scrivania con una certa frequenza: sistemare gli appunti sparsi sul piano di lavoro, rimettere al loro posto penne e agende, pulire la superficie sono tutti gesti che aiutano a disconnettere il cervello da ciò che si sta facendo e a uscire dalla dimensione dell’emergenza e dell’obbligo, ritrovando lucidità di pensiero e freschezza intellettuale. Fra l’altro, secondo gli psicologici, sistemare la scrivania aiuta anche a fare ordine nei propri pensieri: un desk in ordine è fondamentale per lavorare bene e in maniera proficua.