Parola d’ordine, ottimizzare

Strumenti imperdibili per risparmiare una risorsa sempre più preziosa: il tempo

Tre app nel segmento utility per migliorare la vita dei cosiddetti “nativi digitali”. Come? Aiutandoli a risparmiare tempo, risorsa sempre più scarsa in questo mondo globale e globalizzato. La prima, Qurami, è dedicata a chi, nel lavoro, università, o in generale nella quotidianità, non vuole perdere tempo, e, pur facendo file, intende ottimizzare al meglio la propria giornata.Duolingo è un’applicazione nata per far imparare le lingue giocando (attraverso quiz e livelli di difficoltà crescenti da superare). È una delle più popolari al mondo ed è destinata ad aumentare la piattaforma linguistica offerta ai clienti (dalle attuali sei a ben 50 lingue). Con Evernote, infine, la memoria diventa digitale. Non c’è più bisogno di carta, penne, o appunti superficiali. Tutto viene annotato e registrato in comode cartelle, attraverso un sistema di organizzazione di file totalmente disponibile sul proprio smartphone.

NIENTE CODE CON QURAMISaltare la fila, per risparmiare tempo all’università, o presso lo sportello del Comune, è il sogno di ogni italiano. Questa volta, però, con Qurami, app del segmento utility, si può fare senza passare per “portoghese”. Si può prendere, infatti, il numeretto dallo smartphone e seguire la fila direttamente dal posto. Si scopre, in tempo reale, il numero esatto di persone che precedono, ma, soprattutto, il tempo di attesa stimato. Inoltre, si è aggiornati con una serie di notifiche sull’andamento della fila e quando è il momento di avvicinarsi allo sportello. Per conoscere le strutture che utilizzano questo servizio è sufficiente aprire l’app. Se nell’area non ci sono ancora punti disponibili, è possibile attivare, comunque, il “tutorial office” e segnalare dove si vorrebbe utilizzare Qurami. Disponibile e gratuito per tutti i dispositivi del mondo Apple e su Google Play.

DUOLINGUO E IMPARI LE LINGUE DIVERTENDOTIImparare le lingue giocando sul proprio smartphone. È l’idea base da cui è partito un gruppo di studenti di Pittsburgh (Usa), realizzando la prima versione di Duolingo, una delle app gratuite più scaricate al mondo (disponibile su sistemi iOs e Android). A oggi si può imparare facilmente, e in modo intuitivo, l’inglese, il francese, il tedesco, lo spagnolo, il portoghese e la nostra lingua. Il sistema di insegnamento è per quiz (su termini, grammatica e pronuncia), oltre che per livelli crescenti di difficoltà da superare; il tutto utilizzando una grafica accattivante, immagini e video di breve durata. Entro i prossimi tre anni, i progettisti prevedono di raggiungere il traguardo delle 50 lingue a pacchetto, il tutto rigorosamente gratuito.

EVERNOTE: LA MEMORIA DIVENTA DIGITALEUn tempo ci si annotava tutto (idee, pensieri, ecc.) sulle agendine. Nel terzo millennio c’è, invece, Evernote, app ideale per prendere appunti, ovunque, con il proprio iPhone e iPad. È rigorosamente in formato digitale e consente di prendere nota di idee, spunti, indirizzi o quant’altro, allegare foto e file audio, ordinando tutto in pratiche cartelle. Il punto di forza è rappresentato dalla sincronizzazione, con aggiornamenti continui su tutti i terminali compatibili, per esempio dall’iPhone all’iPad. È necessario, però, registrarsi sul sito e la versione “premium” costa 5 euro al mese o 40 all’anno.

© Riproduzione riservata