Connettiti con noi

Hi-Tech

Google Pixel, ma non solo: Mountain View è sempre più hardware

L’azienda americana ha lanciato i suoi nuovi hardware tra cui la terza generazione degli smartphone Pixel, rafforzando la sua presenza nel settore dei prodotti a scaffale

Google si è ormai lanciato definitivamente nel mondo dell’hardware. L’annuncio della terza generazione del suo smartphone Pixel e l’arrivo di nuovi prodotti home e business, dimostrano chiaramente che l’azienda di Mountain View vuole spingere anche sui prodotti fisici. L’operazione non ha esisti scontati, ma il successo galvanizzante degli home speaker dimostrano che uno spazio d’azione esiste e che merita di essere presidiato.

Caratteristiche Pixel 3: i nuovi smartphone Google

È per questa ragione che, dopo l’acquisizione degli asset tecnologici di Htc, il nuovo smartphone Pixel 3 appare un prodotto in grado di competere degnamente nell’affollata arena mobile. Il terminale è disponibile in due versioni, una con Oled da 5,5 pollici, l’altra XL da 6,3 pollici si caratterizza per un design in linea con i modelli precedenti per mantenere un’identità riconoscibile, ma con diverse migliorie ad iniziare dalla scocca posteriore che ora è in vetro che supporta la ricarica wireless.

Il punto di forza rimane il reparto fotografico, con il tipico approccio Google: profilo basso e molta sostanza. Se infatti i marchi concorrenti si sono concentrati parecchio sul numero di megapixel, il Pixel 3 mantiene l’unica camera posteriore a 12 megapixel supportata però brillantemente dall’intelligenza artificiale che riesce a gestire al meglio anche gli scatti notturni e ogni altra situazione per ottenere sempre foto perfette. Frontalmente sono invece presenti due fotocamere con sensori da 8 megapixel pensate per favorire gli autoscatti, anche quelli di gruppo.

L’equipaggiamento di serie è composto da un processore Qualcomm Snapdragon 845 coadiuvato da 4 Gb di Ram e da 64 o 128 Gb di memoria interna, mentre le batterie sono da 2915 mAh e 3430 mAh, più piccole di quelle dello scorso anno anche se in grado di assicurare la stessa autonomia grazie all’ottimizzazione software. Proprio il software rimane l’elemento centrale del Pixel, grazie al nuovo sistema operativo Android Pie, l’hardware di Google è in grado di offrire all’utente l’esperienza d’uso migliore nel mondo Android. Prezzi a partire da 899 euro per la versione standard e 999 euro per quella XL.

Insieme agli smartphone Google ha annunciato il Pixel Stand, il nuovo caricabatterie wireless conforme allo standard Qi (venduto separatamente a 79 euro). Mentre è in carica su Pixel Stand, il telefono si trasforma in un’esperienza visiva e audio, grazie alla tecnologia dell’Assistente Google. Può rispondere alle domande e gestire tutti i tipici compiti svolti dagli smart speaker. Nuovi anche gli auricolari Pixel Buds e le cover vendute a 45 euro. Gli altri prodotti annunciati: lo smart display Google Home Hub, la nuova versione della chiavetta Chromecast, i computer Pixel Slate e Pixelbook invece, purtroppo, non saranno al momento commercializzati in Italia.