Connettiti con noi

Business

Trussardi, la maison passa al gruppo Miroglio

Dopo le voci degli scorsi mesi, sembra sia ufficiale il passaggio della maison bergamasca al gruppo che controlla Motivi e Elena Mirò

trussardi miroglio Credits: Pier Marco Tacca/Getty Images

Ora sembra proprio ufficiale: la maison Trussardi passa al gruppo piemontese Miroglio. Dopo i rumor delle scorse settimane, stando a quanto riportato nella mattinata di venerdì 8 marzo 2024 è stato definito il passaggio alla società guidata da Alberto Racca.

A ufficializzare il passaggio è stato il Tribunale di Milano. L’azienda nata nel 1911 a Bergamo aveva un debito di oltre 50 milioni di euro e dal 2019 il 60% delle sue quote era nelle mani del fondo QuattroR. L’operazione con il gruppo Miroglio, della quale si parla da metà gennaio, dovrebbe portare alla vendita degli asset nell’ambito di una ristrutturazione del debito. A marzo 2023 era emersa una situazione tutt’altro che florida per l’azienda: in pochi giorni si erano dimessi il Consiglio di amministrazione che l’amministratore delegato Sebastian Suhl. La ristrutturazione del debito era stata affidata alla società di consulenza 3X Capital.

Adesso la svolta riportata da numerose testate economiche, tra cui Milano Finanza. La decisione del tribunale mette sul piatto il marchio bergamasco e i suoi negozi, così come un numero non stabilito di dipendenti, ma dovrebbe essere escluso dall’accordo il Palazzo Trussardi in piazza della Scala.

Il gruppo Miroglio di Alba controlla nove marchi, tra i quali figurano anche Motivi e Elena Mirò. Fanno parte della sua struttura quattro stabilimenti produttivi, 36 società e 1.100 negozio. Racca è Ceo dal 2019, mentre Giuseppe Miroglio, terza generazione della famiglia fondatrice, ne è il presidente con la sorella Elena Miroglio a ricoprire la carica di presidente della divisione Miroglio Fashion.