Stellantis: 1,5 miliardi di euro per una fetta della cinese Leapmotor

La multinazionale automobilistica punta a rafforzare la propria offerta nei veicoli elettrici. Nel 2024 esporterà il marchio Leapmotor al di fuori del mercato cinese

Stellantis-Leapmotor-Partnership

Stellantis investirà circa 1,5 miliardi di euro per acquisire il 20% di Leapmotor, diventando uno dei principali azionisti del primo produttore specializzato nel settore Nev in Cina, specializzato nel mercato di fascia medio-alta.

In base all’accordo, annunciato in una nota dalla Casa automobilistica nata dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e Psa, verrà costituita anche la joint venture Leapmotor International, che sarà guidata da Stellantis con il 51% delle quote.

La neonata società avrà diritti esclusivi per l’esportazione e la vendita, nonché la fabbricazione dei prodotti Leapmotor al di fuori della regione cinese.

I dettagli dell’intesa tra Stellantis e Leapmotor

Attraverso questa partnership Leapmotor punta a rafforzare le vendite in Cina, il più grande mercato al mondo per il settore automobilistico, sfruttando al contempo la presenza commerciale di Stellantis sul piano internazionale per accelerare le vendite del proprio marchio Leapmotor in altre regioni, a partire dall’Europa.

Dal canto suo, la multinazionale dei Paesi Bassi intende sfruttare l’ecosistema EV di Leapmotor in Cina per contribuire al raggiungimento degli obiettivi chiave di elettrificazione fissati nel programma Dare Forward 2030, rimanendo aperta a esplorare eventuali ulteriori sinergie reciprocamente vantaggiose. La joint venture inizierà le consegne nella seconda metà del 2024.

“Con il consolidamento delle startup di veicoli elettrici in Cina, diventa sempre più evidente che i segmenti mainstream in questo mercato saranno dominati da una cerchia di player di nuova generazione nel settore degli EV efficienti e agili, come Leapmotor”, ha dichiarato Carlos Tavares, Ceo di Stellantis. “Riteniamo che sia il momento giusto per assumere un ruolo di primo piano nel sostenere i piani di espansione globale di Leapmotor, uno dei nuovi operatori EV più interessanti sul mercato, con una mentalità imprenditoriale e tecnologica simile alla nostra. Grazie a questo investimento strategico, andiamo a rafforzare un nostro punto debole nel modello di business e a beneficiare della competitività di Leapmotor in Cina e all’estero”.

© Riproduzione riservata