Masi, si attendono le mosse di Red Circle

Due gli scenari per l’azionista della cantina veronese, da diversi mesi in contrasto con la proprietà

Masi-Agricola Red Circle

C’è tempo fino al 22 marzo perché gli azionisti di Masi Agricola interessati esercitino il diritto di recesso connesso alla recente riforma statuaria. Tra coloro che potrebbero esercitare tale diritto c’è Red Circle Investments, veicolo di investimento di Renzo Rosso, fondatore del marchio Diesel e del Gruppo Otb (Only the Brave), che da diversi mesi è in aperto contrasto con la gestione della famiglia Boscaini, che detiene il 73,5% del capitale della società veronese quotata su Euronext Growth Milan.

Come evidenziato da un articolo del Sole 24 Ore, nel caso Red Circle decida di esercitare il diritto di recesso si potrebbe porre fine a un lungo contenzioso in atto tra le due società. Il valore unitario di liquidazione delle azioni Masi per chi eserciterà tale diritto è fissato in 4,48 euro per azione. Non si esclude, però, la possibilità che l’azionista impugni la delibera nominando un perito per fissare un nuovo prezzo in 90 giorni.

© Riproduzione riservata