Connettiti con noi

Business

La Bce non morde, Piazza Affari precipita

Il vertice di Napoli non porta le novità attese dal mercato: il Ftse Mib chiude a -3,92%. A picco i bancari

Non arriva dal summit napoletano della Bce la scossa attesa dai mercati – il via libera al quantitative easing – e le Borse europee chiudono in negativo.

A Milano il Ftse Mib segna -3,92%, l’All Share -2,27%. E la piazza meneghina torna sotto quota 20 mila punti.

Tra i rossi più pesanti a Piazza Affari si segnalano ovviamente quelli del settore bancario: Intesa Sanpaolo ha perso il 5,5%, Unicredit il 4,8%.

Da segnalare anche il -6,4% di Finmeccanica dopo il taglio dell’outlook da parte di S&P e il -5,4% di Yoox che paga il crollo (-13%) di Zalando nel secondo giorno di quotazione a Francoforte. Si salvano Ferragamo (-1%) e Gtech (-0,8%).

Sul mercato dei cambi, l’euro si attesta a 1,264 mentre il petrolio cede lo 0,7% a 90 dollari al barile.