Connettiti con noi

Finanza

Fondi Esg: cosa sono e quanto rendono?

Fondi-Esg FONDI ESG - Cosa sono e quanto rendonoCredits: Shutterstock

Un fondo Esg (acronimo di Enviroment, Social e Governance) è un tipo di fondo di investimento che si concentra su tre fattori principali:

  • Environment, aspetto che si riferisce a come le aziende gestiscono le questioni ambientali, come il cambiamento climatico, l’efficienza energetica, la gestione dei rifiuti e la sostenibilità;
  • Social, riguarda come le aziende trattano le persone, inclusi i propri dipendenti, i clienti e le comunità in cui operano;
  • Governance, si riferisce a come le aziende sono gestite e controllate dai propri dirigenti e consiglieri.

Negli ultimi anni l’Unione europea ha stabilito varie regolamentazioni per definire con precisione un investimento Esg. Il Regolamento sulla tassonomia dell’Ue, entrato in vigore nel 2020, stabilisce tre criteri che qualificano la sostenibilità ambientale e sociale di un’attività economica:

  1. Contributo sostanziale ad almeno uno dei sei obiettivi ambientali elencati nella tassonomia dell’Ue:
    • mitigazione dei cambiamenti climatici
    • adattamento ai cambiamenti climatici
    • uso sostenibile e protezione di risorse idriche e marine
    • transizione verso un’economia circolare
    • prevenzione e controllo dell’inquinamento
    • protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi
  2. Non arrecare un danno significativo a nessuno di questi stessi obiettivi ambientali
  3. Garantire salvaguardie sociali.

Fondi Esg: la corsa a ostacoli della finanza green

I rendimenti dei fondi Esg

Ma quanto rendono gli investimenti Esg rispetto a quelli “tradizionali”? Il paniere di titoli più grande del mondo, l’MSCI World (che restituisce una stima dell’andamento complessivo delle azioni nei mercati globali) negli ultimi cinque anni ha avuto un rendimento del 62,46%. Di contro, il più grande paniere di titoli azionari che rispettano i criteri Esg, il MSCI World SRI, ha avuto un rendimento del 73,43% nello stesso periodo. Tuttavia, è importante notare che il primo muove masse di denaro dieci volte più grandi rispetto al secondo.