Connettiti con noi

Business

Aste bollette: alla Enel di Flavio Cattaneo 1,4 milioni di clienti

Anche Hera si aggiudica la quota maggiore dei 4,5 milioni di contratti che usciranno dal mercato tutelato dell’energia

architecture-alternativo

Gli operatori che hanno partecipato all’asta del 10 gennaio per assegnare 4,5 milioni di clienti, con la fine del mercato tutelato dell’energia, hanno ricevuto ieri sera gli esiti dell’aggiudicazione provvisoria, in attesa dei risultati definitivi che arriveranno solo il 6 febbraio.

Le società Enel ed Hera hanno recitato la parte dei giganti, con 1,4 milioni di utenti a testa ottenuti. Le due aziende avevano molte utenze in regime tutelato nei territori dove sono maggiormente operative.

Nel dettaglio, la Enel guidata da Flavio Cattaneo si è accaparrato 7 lotti sui 26 totali, riuscendo sia a mantenere il 30% dei clienti – l’obiettivo massimo da raggiungere – sia a sfondare in zone in cui non era attivo, come le città lombarde di Brescia e Milano.

L’esito delle aste per gli altri operatori

I lotti restanti sono stati suddivisi tra altre società: 4 a Edison, 3 a Illumia, 2 ad A2A, 2 a Iren e 1 a E.On.

Illumia in particolare dovrà far fronte a un balzo improvviso nel numero di clienti: partendo dai suoi 500 mila, si troverà ora gestire i nuovi 600 mila che ha ottenuto. C’è poi il caso di Octopus Energy, l’operatore britannico inizialmente escluso dall’asta per la presunta assenza di alcuni requisiti e poi reintegrato con riserva. La società ha criticato la scelta di alcuni concorrenti di proporre tariffe con margini negativi pur di vincere.

Occorreva, infatti, presentare un’offerta annuale in euro per ogni cliente: sono stati avanzati sconti fino a 50 euro e oltre. Alla fine, il risparmio sarà lo stesso per tutti i cittadini che si ritroveranno nel sistema delle tutele graduali e sarà di soli 2 euro al mese in bolletta.