Connettiti con noi

Business

Bankitalia, tre sì che fanno di Visco il nuovo governatore

Dopo il parere favorevole unanime del Consiglio superiore di Bankitalia, la candidatura è stata trasmessa prima al Consiglio dei ministri, poi al presidente della Repubblica per la firma del decreto di nomina

architecture-alternativo

Il Consiglio superiore della Banca d’Italia ha espresso all’unanimità parere favorevole alla designazione di Ignazio Visco come governatore. La decisione è stata trasmessa alla presidenza del Consiglio dei ministri che, dopo aver dato l’ok alla candidatura, l’ha trasmessa al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, cui spetta il decreto di nomina. Nella serata di lunedì 24 ottobre il capo dello Stato ha firmato il decreto di nomina per Visco ufficializzando così la scelta del successore di Mario DraghiIl Consiglio superiore della Banca d’Italia “è l’organo cui spetta l’amministrazione generale nonché la vigilanza sull’andamento della gestione e il controllo interno della Banca. Nomina, su proposta del Governatore, il direttore generale e i vice direttori generali e concorre, fornendo un parere, alla procedura di nomina del Governatore. Ha competenze su aspetti gestionali, organizzativi e contabili: adotta le deliberazioni riguardanti l’articolazione territoriale e l’assetto organizzativo generale della Banca, approva il bilancio annuale di previsione degli impegni di spesa e gli accordi stipulati con le organizzazioni sindacali e viene informato dal Governatore sui fatti rilevanti concernenti l’amministrazione della Banca (artt. 15, 16, 17, 18 dello Statuto)”.

Il profilo di Ignazio Visco

Articolo aggiornatao alle 9.54 del 25 ottobre 2011

Scarica le App